Cerca
Close this search box.

Sanremo, un impatto economico da 186 mln di euro

Sanremo è un evento da quasi 50 milioni di raccolta pubblicitaria, ma non solo. Il Festival della canzone italiana, che è certamente una risorsa preziosa a livello economico per il sistema musicale, è una vera ‘macchina da incassi’ anche per le imprese e il territorio nel quale si svolge. E quindi: per l’intero Paese. E se nel 2022 la kermesse ha prodotto nel complesso 60 mln di euro di ricavi, nel 2023 l’impatto totale del Festival di Sanremo è stato pari a 186 mln di euro. Di cui 71 mln di valore aggiunto (rapportabile al Pil).

È la stima di EY, secondo cui di questi 186 mln, gli impatti indiretti e indotti sono pari a circa 113 mln. Mentre i posti di lavoro ‘full time equivalent’ attivati vanno oltre i 1.100 addetti. I settori maggiormente impattati, grazie all’attivazione delle catene di fornitura, sono quelli relativi ai servizi pubblicitari, di food&beverage e hospitality.

Alla fine del Festival della canzone italiana, quando il nome del vincitore (con le immancabili polemiche annesse) è l’argomento più discusso, scritto e condiviso, e mentre tiene banco l’ipotesi che una cordata alternativa alla Rai possa mettere le mani sull’organizzazione canora (la Fimi, Federazione industriale musicale italiana, ha proposto a viale Mazzini di trasferire il Festival in un’altra città visto che la convenzione con il Comune di Sanremo è in scadenza) EY ha calcolato l’impatto delle spese pubblicitarie e degli sponsor in 133 mln di euro, in 41 mln l’impatto degli investimenti per l’organizzazione e in 12 mln quello della presenza degli spettatori e dei professionisti.

La fotografia? Tutti i costi del Festival vengono ammortizzati grazie a sponsor e pubblicità. La Rai ottiene importanti guadagni da Sanremo che permettono poi di finanziare altre attività della tv pubblica.

“L’impatto economico generato dal Festival di Sanremo 2023”, ha commentato Mario Rocco, partner EY, valuation, modelling and economics leader, “è considerevole: grazie alla sua rilevanza mediatica, il giro di affari complessivo é pari a quasi 190 mln di euro. Nella nostra analisi abbiamo considerato non solo l’impatto delle spese organizzative, dei ricavi da pubblicita’ e sponsor, e della presenza sul territorio di spettatori e addetti ai lavori, ma anche gli impatti indiretti e indotti che l’evento è in grado di generare attraverso l’attivazione delle catene di fornitura”.

L’effetto ‘moltiplicatore’ del giro di affari è così pari a circa 2,5 euro di impatto sull’economia per ogni euro investito. E “si prescinde, inoltre, da effetti difficili da stimare ma sicuramente importanti relativi all’effetto trascinamento sull’industria discografica nel mercato fisico e digitale”, come è riportato in una nota.

Nell’analisi è stato tracciato anche un profilo di spesa giornaliera del visitatore. Ogni anno infatti – tra ospiti, organizzatori, staff e turisti – il Festival porta a Sanremo e nei dintorni circa 41mila persone. Che mediamente spendono in totale quasi 500 euro al giorno tra pernottamento (300 euro) , ristorazione (75 euro), trasporto locale (13 euro), shopping (75 euro), altro (30 euro).

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.