GILEAD
Cerca
Close this search box.

Donne, imprenditrici, innovatrici. Ecco le finaliste del Premio GammaDonna 2023

Gilead

II mondo dell’innovazione guarda alle donne, ma anche le donne guardano al mondo dell’innovazione: sono sempre di più le imprenditrici che provengono dal mondo della ricerca, dell’università e della scienza. Donne che scelgono di investire il proprio talento e le proprie competenze in settori sfidanti ad alto contenuto tecnologico, trasformando l’innovazione in progressi e benefici concreti per la società.

“Sempre più emerge la capacità delle donne di intendere il progresso come fattore culturale, ambientale e sociale, che si realizza soltanto con una visione di sistema, ampliando le reti e creando connessioni di valore. – ha commentato Valentina Parenti, Presidente GammaDonna – Le imprenditrici del futuro, proprio come dimostrano le 7 finaliste del Premio GammaDonna, rappresentano quei nodi che connettono imprese, ambiente e sociale”.

Tra queste donne, imprenditrici e innovatrici, ci sono infatti le 7 finaliste della 15/ma edizione del Premio GammaDonna, riconoscimento che dal 2004 premia l’iniziativa imprenditoriale femminile innovativa, con l’obiettivo di contribuire a ridurre il gender gap in campo socio-economico attraverso esempi d’impresa virtuosi.

Sono 7 donne alla guida di imprese in settori molto diversi, accomunate da un solido impegno verso la sostenibilità e l’innovazione tecnologica e valoriale, sia nel business che nella gestione d’impresa, che si contendenderanno – sul palco dell’Italian Tech Week il 29 settembre, alle OGR Torino – il Premio GammaDonna per l’imprenditoria femminile innovativa.

Sabrina Fiorentino guida Sestre, una startup pugliese al femminile che si è affermata trasformando, insieme all’Università di Bari, i prodotti tradizionali della dieta mediterranea e la ricchezza del territorio in integratori nutraceutici per le disfunzioni ormonali, in particolare femminili. L’idea di Sabrina Fiorentino, farmacista di formazione, va oltre: il suo obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita delle donne e la loro fertilità, creando consapevolezza sulle malattie invisibili e sui tabù della medicina, e investendo in ricerca innovativa specializzata nella fertilità e nel trattamento delle patologie ormonali femminili, senza trascurare l’importanza del benessere psicologico.

 

Founding team under 35 tutto al femminile per Ta-Daan di Roberta Ligossi, startup di “content e-commerce” dedicata all’artigianato contemporaneo, basata a Milano. Una vetrina internazionale online per dare voce alle piccole botteghe artigiane e promuovere uno stile di consumo alternativo, etico e consapevole, all’insegna della sostenibilità. La scommessa di Roberta Ligossi, che conta su una community di 200mila follower e un network europeo di 5.000 piccole botteghe artigiane provenienti da tutta Europa. è quella di portare online un mondo tipicamente offline. L’imprenditrice punta, da un lato, a sensibilizzare le nuove generazioni su uno stile di consumo alternativo, più etico e sostenibile. Dall’altro contribuisce – anche attraverso un nuovo storytelling – alla sopravvivenza e all’evoluzione del piccolo artigianato locale.

Susanna Martucci, insieme al team Alisea, trasforma gli scarti in prodotti innovativi, oggetti di design, materiali per l’edilizia e la moda sostenibile, ispirando comportamenti positivi attraverso il design e l’economia circolare. O, come ama sottolineare lei stessa, produce “energia che fa muovere i neuroni e crea rete fra imprese”. Nel 2013 “incontra” la polvere di grafite, scarto preziosissimo gettato a tonnellate in discarica dalle fabbriche che producono elettrodi. Da qui sono nati brevetti vincenti: come g_pwdr technology, innovativo sistema per la tintura dei tessuti che risparmia il 90% di acqua e il 47% di energia; o come Perpetua, matita prodotta oggi in Italia che consuma scarti senza produrne di nuovi durante il ciclo produttivo (nessun uso di legno, vernici o collanti), e scrive 21 volte più a lungo di una comune matita. Perpetua, che ha ricevuto la menzione d’onore Compasso d’Oro 2016, dal 2019 è nel Design Store del Moma di New York.

Raffaella Moro è Ceo di Reair, con la quale ha dato vita, nel settore cleantech, a una tecnologia disruptive totalmente verde, certificata, sicura e duratura che permette di ridurre sensibilmente la presenza di batteri e virus in ambienti di uso collettivo. Pareti autopulenti e facciate antiquinanti, sono quelle che Raffaella Moro definisce le “foreste invisibili”, cioè prodotti totalmente green che non solo abbattono l’inquinamento, ma preservano ambienti interni ed esterni. La startup milanese produce infatti speciali rivestimenti intelligenti che sfruttano il principio della fotocatalisi per il trattamento delle superfici indoor e outdoor: le molecole fotosensibili una volta colpite dalla luce, venute a contatto con l’umidità dell’aria, accelerano la decomposizione delle sostanze organiche nocive presenti nell’ambiente.

 

Dalla passione sconfinata di Elisa Piscitelli per le STEM e per l’edutech nasce l’idea di fondare, insieme a Maria Paola Testa, Futurely, startup all’avanguardia nell’orientamento scolastico e lavorativo per ragazzi delle scuole medie e superiori, un percorso di orientamento digitale che guida i giovani nelle scelte e nella realizzazione del proprio futuro, con l’obiettivo di ridurre dispersione scolastica e disoccupazione. Rientrata dal MIT di Boston e dalla Silicon Valley, Elisa Piscitelli nel 2021 fonda Futurely che ogni anno accompagna 20.000 ragazzi e collabora con più di 100 scuole e 25 aziende.

Con il motto “nessun obiettivo aziendale è impossibile” e la convinzione che il turismo sia il petrolio dell’Italia, Dina Ravera guida Destination Italia SpA, capofila di un gruppo che opera nel turismo di fascia alta. Si tratta della più importante travel-tech italiana, l’unica capace di operare sui canali BtB, BtC, BtBtC vs. tutti i paesi del mondo, componendo pacchetti di turismo esperienziale di lusso sulla base delle caratteristiche e delle esigenze dei clienti. La tecnologia è il cuore del modello di business: Destination Italia ha sviluppato una piattaforma che integra 10mila experience provider e 1.000 tour operator di tutto il mondo per comporre in tempo reale i pacchetti tailor-made per viaggiatori di 90 paesi diversi. Il modello di governance, basato sul concetto innovativo di “gruppo a rete”, include numerose startup lasciando agli imprenditori ampia autonomia nello sviluppo della propria azienda, beneficiando al tempo stesso delle sinergie di gruppo.

Cristiana Vignoli nella sua carriera ha ricoperto prestigiosi incarichi, tra i quali quello di responsabile ricerca e innovazione e affari generali della Fondazione Alma Mater di Bologna. Oggi Cristiana è AD di Hemera Pharma, spinoff dell’Università di Verona e dell’Università di Milano, nata nel 2021 come azienda biotech specializzata inmedicina rigenerativa per le malattie neurologiche. Un progetto di alta ricerca tutto italiano, che coinvolge due atenei e alcuni centri di eccellenza del Centro-Nord Italia all’avanguardia nel
trattamento delle lesioni midollari. La terapia cellulare di Hemera si candida ad essere la prima cura al mondo per le lesioni del midollo spinale, un “bisogno medico insoddisfatto” a livello globale, con un forte impatto sulla qualità e sulle prospettive di vita di oltre 500.000 pazienti, spesso giovani, con costi sanitari e sociali significativi, quantificati in media in 2 milioni di euro a paziente.

 

Durante la finale saranno proclamate anche le vincitrici del Women Startup Award powered by Intesa Sanpaolo Innovation Center per la startupper più innovativa; del WE for Sustainability Award powered by Cottino Social Impact Campus per l’imprenditrice che, grazie alla strategia d’impatto della sua impresa, sta affrontando la transizione ambientale, sociale o culturale con obiettivi sostenibili; del Giuliana Bertin Communication Award, riconoscimento di Valentina Communication per l’imprenditrice distintasi nel campo della comunicazione.

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.