Cerca
Close this search box.

Bolletta del gas, aumento del 2,3% ad agosto

Il mese di agosto porta con sé un’inaspettata inversione di rotta per la bolletta del gas in Italia. Dopo una serie di cali registrati nei mesi precedenti, la tariffa per la famiglia tipo in tutela, con consumi medi di 1.400 metri cubi di gas all’anno, subisce un aumento del 2,3% rispetto a luglio. Questo incremento è attribuito al rialzo del costo del gas naturale, che raggiunge i 33,21 euro al megawattora.

Secondo l’Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente), il prezzo di riferimento del gas per il cliente tipo, comprensivo delle tasse, si attesta a 90,47 centesimi di euro per metro cubo. Questo aumento della bolletta comporta una spesa aggiuntiva stimata di 1.267 euro per le famiglie.

Tuttavia, nel periodo da settembre 2022 a agosto 2023, noto come “anno scorrevole,” la spesa per una famiglia tipo risulta essere di circa 1.472 euro al lordo delle imposte, segnando un calo del 12,1% rispetto all’anno equivalente tra settembre 2021 e agosto 2022.

Nonostante la riduzione dell’Iva al 5% e l’azzeramento degli oneri generali di sistema per il gas confermati anche per il mese di agosto, le associazioni dei consumatori esprimono preoccupazione per l’impatto sulle famiglie, soprattutto in vista della stagione invernale. Assoutenti definisce questa situazione un “pessimo segnale,” mentre l’Unione nazionale consumatori chiede al governo di mantenere il taglio dell’Iva.

Le associazioni calcolano un aumento di spesa annuale di 28-29 euro per una famiglia tipo in tutela, pari a 1.267 euro per nucleo familiare. Sommando questo importo ai 644 euro annui previsti per l’elettricità, si arriva a un totale di 1.911 euro per le forniture energetiche nei prossimi dodici mesi.

Inoltre, secondo Assoutenti, la bolletta del gas risulta essere più salata del 6,9% rispetto allo stesso periodo del 2021, escludendo l’anno 2022 quando i prezzi raggiunsero livelli estremamente elevati. Guardando al contesto internazionale, si avverte del rischio di un aumento significativo dei prezzi del gas in vista dell’inverno, con conseguenze dirette sulle tariffe per i consumatori italiani.

Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, avverte che le indicazioni per il prossimo inverno prevedono prezzi internazionali superiori del 40% rispetto a quelli attuali, con un possibile aumento delle tariffe del gas del 20% rispetto agli attuali livelli. La situazione sul mercato del gas europeo sembra essere in costante evoluzione, con fluttuazioni significative dovute a vari fattori geopolitici ed economici.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.