Lilly H
Cerca
Close this search box.

FT Global Masters in Management: tre università italiane fra le 100 migliori al mondo

Tre università italiane si piazzano fra le 100 del ranking mondiale presentato dal Financial Times, per i Masters in Management 2023.
Nella top ten, all’ottavo posto, la laurea magistrale in Management della Bocconi, che guadagna ben 12 posizioni rispetto al 2022. Trentesima la Luiss Guido Carli, che migliora addirittura di venti posizioni rispetto al 2022, mentre era 90° solo nel 2019.
In classifica anche il Politecnico di Milano, al 70mo posto, con un più sette posizioni rispetto all’anno precedente, e sempre in crescita se guardiamo all’85ma posizione del 2021.

Tutte le scuole di business nella classifica sono di alta qualità, si legge in una nota del Financial Times, che sottolinea come ci siano solo 186 punti che separano la prima in classifica – HEC di Parigi – rispetto alla centesima.

La scuola parigina guadagna la vetta dopo anni in cui si è fermata al secondo posto. E’ anche fra le prime 5 per il livello degli stipendi degli ex alunni (129.806 sterline in media) e per i risultati raggiunti ed è ben posizionata per l’insegnamento dedicato ai temi della sostenibilità.
Merita anche una menzione la Rabat Business School che ha ottenuto la crescita più alta in un solo anno, con 32 posizioni scalate, che l’hanno portata al 54 posto. La scuola marocchina eccelle per la mobilità del lavoro a livello internazionale. Un’ottima occasione per studiare ad alti livelli in Africa, secondo gli ex alunni.

La Bocconi entra nella top 10 mondiale del Financial Times anche grazie al suo approccio internazionale, con il 41% degli studenti e il 45% dei professori non italiani, e la possibilità offerta agli studenti di frequentare un semestre in una delle 280 scuole partner in Europa, Asia, Stati Uniti, Sud America e Australia.
Il ranking del FT tiene poi conto della progressione di carriera, del salario medio degli ex alunni, e del tempo di attesa fra laurea e inizio del primo impiego che, nel caso di specie, è mediamente inferiore a un mese.

“La prospettiva internazionale del nostro Master of science si vede anche nella destinazione dei nostri laureati: a un anno dalla laurea il 60% di loro lavora all’estero”, ha commentato Massimo Magni, direttore del Master of Science in International Management, che ha un programma della durata di due anni, interamente in inglese e, aggiunge, “prepara i futuri manager e imprenditori, fornendo una conoscenza completa delle imprese, dei mercati globali e dei contesti in rapida evoluzione, mettendo in primo piano le sfide geopolitiche, tecnologiche ed economiche e ponendo particolare attenzione alla responsabilità sociale e alla sostenibilità”.
Il campus Bocconi risulta inoltre primo al mondo per il Carbon Footprint rank, che si basa sugli obiettivi per raggiungere la neutralità di emissioni di CO2 e sulla pubblicazione di un rapporto di audit sull’impronta ambientale.  L’obiettivo è arrivare alla carbon neutrality entro il 2025 per concentrarsi successivamente sull’obiettivo Net Zero, comprensivo di tutte le principali emissioni indirette. A giugno il Master of science in Finance della Bocconi ha raggiunto il 13° posto nella classifica di FT dei migliori programmi al mondo, mentre SDA Bocconi School of Management si è posizionata quarta nel ranking 2022 delle migliori business school europee, classifica basata sulla media dei ranking che FT pubblica durante l’anno.

Le prime posizioni della classifica del Financial Times

L’arrivo delle matricole del nuovo anno accademico coincide per la Luiss con il risultato più positivo di sempre nella classifica del Financial Times: scala infatti oltre venti posizioni rispetto al 2022, conquistando il 30° posto al mondo per la Laurea Magistrale in ‘Management’ (era al 53° nel 2022 e al 90° nel 2019).

Nel 2023, la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali migliora in tutti gli indicatori misurati dalla ranking internazionale, distinguendosi anche per i nuovi criteri relativi al ruolo del network degli Alumni, alla sostenibilità e  le progettualità per preservare l’ambiente e limitare gli effetti del cambiamento climatico.
“La scalata nel ranking del Financial Times con la Laurea Magistrale in ‘Management’ consolida la dimensione globale del nostro Ateneo e dimostra l’impegno dell’intera comunità Luiss – professori, staff, alumni e partner – nella promozione dei valori dell’Ateneo: internazionalizzazione, innovazione e interdisciplinarità dei percorsi accademici offerti” ha affermato il Rettore della Luiss, Andrea Prencipe, che aggiunge: “Il posizionamento riflette anche il rafforzamento delle attività di orientamento e supporto alle carriere per studentesse e studenti e la nostra forte attenzione alla sostenibilità. Orgogliosi dei risultati raggiunti, accogliamo anche quest’anno le matricole con l’obiettivo di formare una nuova classe di leader cosmopoliti e capaci di governare il cambiamento”.
A confermare il risultato d’eccellenza raggiunto, anche il tasso di occupazione dei suoi laureati che raggiunge il 96% entro un anno dal conseguimento del diploma, salendo rispettivamente al 97,1% e al 98,2% dopo tre e cinque anni.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.