GILEAD
Cerca
Close this search box.

Ita Airways e Lufthansa, Confindustria d’Italia e quella di Germania tifano per il matrimonio

Gilead

Il matrimonio tra Ita Airways e Lufthansa sta per diventare una realtà, e a supporto di questa unione ci sono anche il sostegno degli industriali italiani e tedeschi. I presidenti di Confindustria, Carlo Bonomi, e di BDI, l’associazione delle industrie tedesche, Siegfried Russwurm, hanno espresso una posizione comune sottolineando il loro appoggio al rafforzamento della compagine azionaria di Ita Airways per sostenere gli investimenti futuri.

L’industria ha da tempo guardato con favore alla privatizzazione di Ita Airways, e questa mossa da parte di Lufthansa è vista come un passo importante verso il potenziamento dell’industria aerea italiana. Carlo Bonomi ha dichiarato: “È essenziale che questa transizione sia gestita con determinazione e lungimiranza per garantire che la nuova compagnia mantenga e accresca il suo valore sul territorio italiano, a beneficio dei cittadini e di tutta la comunità imprenditoriale.”

Siegfried Russwurm, presidente di BDI, ha sottolineato che il consolidamento imminente del trasporto aereo europeo deve rafforzare l’industria nell’ambito della concorrenza internazionale, riducendo l’influenza degli Stati e garantendo la resilienza dell’Unione Europea in questo settore.

Il processo di acquisizione del 41% di Ita Airways da parte di Lufthansa è ancora in attesa dell’approvazione da parte dell’Antitrust dell’Unione Europea, ma si prevede che la chiusura dell’operazione avverrà entro la fine dell’anno. Lufthansa acquisirà la quota di minoranza della compagnia italiana attraverso un aumento di capitale di 325 milioni di euro, con l’opzione di acquisire tutte le azioni rimanenti in mano al Ministero dell’Economia e delle Finanze in una fase successiva.

A Bruxelles, sta procedendo un confronto tecnico tra le due compagnie aeree per rispondere alle numerose domande e preoccupazioni sollevate dall’Unione Europea. Si stanno analizzando possibili impatti sul mercato, inclusi gli slot aeroportuali, le rotte, il personale e i prezzi dei biglietti. L’obiettivo è risolvere le questioni chiave del dossier e procedere alla notifica ufficiale, che darà il via all’istruttoria vera e propria.

Uno dei punti critici è l’analisi delle rotte e degli slot sovrapposti delle due compagnie, con una particolare attenzione ai rischi di monopolio e duopolio, soprattutto nei principali aeroporti hub come Linate-Fiumicino in Italia e Francoforte-Monaco in Germania, oltre alle rotte transatlantiche del Nord.

In particolare, per quanto riguarda l’aeroporto di Linate, il presidente di Wizz Air, Robert Carey, ha fatto un appello all’Unione Europea affinché intervenga, sottolineando che “già oggi Ita ha una quota quasi del 60% dell’aeroporto e con Lufthansa si aggiunge un ulteriore 8%”. La situazione richiede una valutazione approfondita per garantire la tutela della concorrenza e dei diritti dei passeggeri.

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.