GILEAD
Cerca
Close this search box.

Exor conclude con successo l’Offerta pubblica per il riacquisto di azioni

pmi e quotazione in borsa
Gilead

Exor, la società di controllo della famiglia Agnelli, ha concluso con successo l’offerta pubblica per il riacquisto di azioni, superando i propri obiettivi iniziali. Il programma, parte di una più ampia iniziativa di riacquisto annunciata il 13 settembre, aveva un budget allocato fino a 750 milioni di euro, rendendolo un impegno significativo all’interno della strategia finanziaria di Exor.

In seguito a questa offerta, un totale di 8.873.452 azioni ordinarie verranno riacquistate al prezzo unitario di 84,5217 euro, equivalente all’intero importo di 750 milioni di euro destinati al programma. Ciò rappresenta circa il 3,8% del capitale ordinario di Exor. L’ultimazione dell’offerta pubblica è programmata per circa il 17 ottobre.

Una volta completato il riacquisto, Exor inizierà il processo di cancellazione delle azioni riacquistate. Inoltre, saranno cancellati anche 4,1 milioni di azioni proprie della società, che complessivamente rappresentano circa il 5,6% del capitale ordinario di Exor. Questa mossa è coerente con l’impegno di Exor ad aumentare il valore per gli azionisti e ottimizzare la sua struttura finanziaria.

La Giovanni Agnelli Bv, una società affiliata alla famiglia Agnelli, si è impegnata a riacquistare 2.386.226 azioni ordinarie come parte del suo impegno al programma. Dopo l’ultimazione dell’offerta pubblica e prima della cancellazione delle azioni riacquistate, la Giovanni Agnelli Bv deterrà una quota di maggioranza del 52,5% nel capitale ordinario di Exor.

In linea con il piano precedentemente annunciato, Exor continuerà ad acquistare le proprie azioni sul mercato aperto utilizzando le modalità convenzionali nei prossimi mesi, fino a raggiungere l’importo massimo di 1 miliardo di euro.

Il programma di riacquisto di azioni, annunciato il 13 settembre, ha un budget totale di fino a 1 miliardo di euro. Una parte significativa di questa cifra, pari a 250 milioni di euro, è destinata all’acquisto di azioni proprie sul mercato attraverso metodi convenzionali nel prossimo futuro. I rimanenti 750 milioni di euro erano destinati all’Offerta Pubblica, che si è conclusa con successo.

La partecipazione della Giovanni Agnelli Bv, l’entità di controllo dietro Exor, all’Offerta Pubblica per un importo massimo di 250 milioni di euro riflette l’impegno della famiglia Agnelli verso gli obiettivi strategici e finanziari di Exor. Una volta che l’offerta pubblica sarà finalizzata, le azioni Exor acquisite saranno debitamente cancellate, semplificando la struttura finanziaria della società e allineandola alla sua strategia finanziaria globale.

In conclusione, il completamento con successo dell’offerta pubblica da parte di Exor dimostra l’impegno dell’azienda nel migliorare la sua struttura di capitale e ottimizzare il valore per gli azionisti. Con ulteriori iniziative di riacquisto pianificate per il prossimo futuro, Exor continua a perseguire una strategia finanziaria che è in linea con i suoi obiettivi a lungo termine.

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.