FS Banner 900x120

Bozza Manovra 2024, ecco tutte le misure chiave del governo Meloni per la crescita economica

Meloni Fortune

La Legge di Bilancio 2024 rappresenta un importante documento di politica economica. È la prima manovra economica scritta per intero dal Governo Meloni. Quella approvata dopo le elezioni vinte dal centrodestra nel 2022 era il frutto di una sorta di continuazione della politica economica del governo Draghi visti e tempi strettissimi di approvazione. La bozza della Legge di Bilancio è stata in larga parte anticipata grazie ad una serie di indiscrezioni. Quindi quelle che vi presentiamo sono anticipazioni, non misure approvate dal Parlamento. La Bozza consta di 91 articoli che affrontano una serie di questioni cruciali. Questa Manovra è stata formulata per influenzare diversi aspetti dell’economia e della vita dei cittadini italiani. Proviamo ad esaminare, sulla base di quanto appreso, i punti principali della Legge, che spaziano da tagli fiscali a cambiamenti nella previdenza sociale e questioni ambientali.

1. Taglio del cuneo fiscale e bonus per le lavoratrici madri: La proroga del taglio del cuneo fiscale è una misura chiave della Legge di Bilancio 2024. Questo sgravio contributivo permetterà ai lavoratori di avere un maggiore take-home pay grazie a uno sconto del 100% sui contributi previdenziali fino a un massimo di 3.000 euro all’anno. Questa misura è particolarmente favorevole alle lavoratrici madri, ed è legata al numero di figli a carico, promuovendo la parità di genere nel mondo del lavoro.

2. Adeguamento delle pensioni all’inflazione: La legge prevede un adeguamento delle pensioni all’inflazione. Questa misura garantisce che i pensionati, soprattutto quelli con redditi più bassi, possano mantenere il loro potere d’acquisto in un contesto di aumento dei prezzi. Una misura di civiltà visti di tempi.

3. Cambiamenti nell’IVA per prodotti per l’infanzia: La modifica dell’IVA sui prodotti per l’infanzia rappresenta un importante cambiamento nella politica fiscale. Il passaggio dal 5% al 10% per prodotti come il latte in polvere e le preparazioni per l’alimentazione dei bambini avrà un impatto sui costi delle famiglie. Tuttavia, la rimozione della “tampon tax” rappresenta una misura positiva per le donne.

4. Congelamento delle tasse sulla plastica e lo zucchero: Il congelamento delle tasse sulla plastica e lo zucchero rappresenta un’importante decisione di politica ambientale. Questo permette al governo di ulteriormente valutare l’impatto di queste imposte e l’efficacia nel raggiungere gli obiettivi di riduzione dell’inquinamento e del consumo di zucchero.

5. Bonus per le rette degli asili nido: L’incremento del bonus per le rette degli asili nido è una misura per sostenere le famiglie e l’accesso a servizi di qualità per l’infanzia. Questo beneficio sarà esteso solo ai genitori con il secondo figlio nato dal 2024 in poi in nuclei familiari con specifici requisiti di reddito.

6. Finanziamento del Fondo per esigenze indifferibili: L’allocazione di fondi per il Fondo per esigenze indifferibili è importante per garantire una flessibilità finanziaria durante il processo di revisione della legge di bilancio. Questo fondo può essere utilizzato per affrontare cambiamenti necessari in risposta alle esigenze emergenti.

7. Cambiamenti nelle pensioni anticipate: Le modifiche alle condizioni per le pensioni anticipate mirano a garantire maggiore sicurezza economica per i futuri pensionati. Queste modifiche includono una soglia minima maturata necessaria e la rimozione di limiti legati all’età.

8. Cambiamenti nella tax credit per il cinema: La percentuale di spesa su cui applicare l’agevolazione per le opere cinematografiche è al 40% ma l’aliquota può scendere. Potrevve essere rimodulata “per esigenze di bilancio o “in relazione alle dimensioni di impresa o gruppi di imprese nonchè “in relazione a determinati costi eleggibili o soglie di costo eleggibile, ferma rimanendo la misura massima del 40 per cento”. Previste multe da 10 a 50mila euro per le dichiarazioni infedeli per i soggetti che certificano i costi sui quali viene applicata la tax credit del 40% per il cinema.

9. Fondo per i migranti: In arrivo 200 milioni di euro nel 2024 per finanziare il fondo per l’accoglienza dei migranti che va a sostegno anche dei comuni coinvolti e a favore dei minori non accompagnati. La Bozza della legge di bilancio integrerebbe le risorse previste dal dl anticipi per il capitolo migranti, pari nel 2023 a 46,859 milioni. Lo stanziamento nel 2025 salirebbe a 300 milioni mentre per l’anno successivo le risorse sarebbero pari nuovamente a 200 milioni. Si tratta di un fondo che è nello stato di previsione del ministero dell’Interno.

10. Ape sociale: Sarà possibile accedere all’Ape sociale per tutto il 2024. Anche questo emergerebbe dalla bozza della manovra che sottolinea che le disposizioni della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (che istituiva l’Ape), “si applicano fino al 31 dicembre 2024”. Per i disoccupati, le persone con invalidità almeno del 74%, i lavoratori impegnati in attività gravose e i lavoratori che assistono persone con handicap in situazione di gravità si potrà accedere allo strumento con almeno 63 anni e cinque mesi. L’autorizzazione di spesa aumenta di 85 milioni per il 2024, di 168 milioni per il 2025, di 127 milioni per il 2026. Occorre aspettare però l’approvazione della manovra. Questa e altre sono bozze di decisioni.

11. Spending review per Comuni, Province e Regioni: Tagli ai conti degli enti locali per contribuire alla spending review: secondo quanto si legge nella Bozza della manovra le Regioni sono chiamate a un taglio da 350 milioni l’anno (escluse le voci diritti sociali e salute), i sindaci dovranno ridurre le spese dei comuni di 200 milioni l’anno mentre le province di 50 milioni.

12. Fringe benefit: Per il 2024 la soglia di esenzione fiscale dei fringe benefit (pari a 258 euro) viene portata a 1.000 euro per tutti i lavoratori dipendenti e a 2.000 euro per quelli con figli fiscalmente a carico, “compresi i figli nati fuori del matrimonio riconosciuti, i figli adottivi o affidati”. Da una parte vengono favoriti indistintamente tutti i lavoratori, dall’altra viene ridimensionato l’incremento deciso con il decreto del primo maggio che, per i lavoratori con figli, ha portato il tetto esentasse a 3.000 euro. La Legge di Bilancio confermerebbe inoltre, anche per il 2024, la detassazione dei premi di risultato: l’aliquota dell’imposta sostitutiva sui premi di produttività, entro il limite di 3mila euro, è ridotta al 5%.

13: Bonus sociale per le bollette elettriche: Confermato nel primo trimestre 2024 il bonus. Il contributo straordinario previsto è riconosciuto anche per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2024, si legge nella Bozza della manovra che allo scopo stanzia 400 milioni di euro. Per 200 milioni di euro si provvede a valere sulle risorse disponibili nel bilancio della Cassa per i servizi energetici e ambientali, altri 200 milioni di euro vengono trasferiti alla Cassa entro il 28 febbraio 2024.

14. Fondi per la Sanità: Il livello del finanziamento del fabbisogno sanitario nazionale è incrementato di 3 miliardi per il 2024, 4 miliardi per il 2025 e 4,2 miliardi a decorrere dal 2026. Lo prevede un articolo della Bozzadella manovra. Lo scorso 17 ottobre in Commissione Affari sociali del Senato, il ministro Orazio Schillaci aveva parlato di “3,3 miliardi per un totale incremento nell’anno di 5,6 miliardi”. In tale cifra sono però compresi 300 mln destinati alla Sicilia per il 2023,con il dl che precede la manovra, a titolo di “concorso all’onere derivante dall’innalzamento della quota di compartecipazione regionale alla spesa sanitaria”.

La Legge di Bilancio 2024, nelle intenzioni del Governo, rappresenta una serie di misure pensate per stimolare la crescita economica, migliorare il benessere sociale e affrontare questioni ambientali. Queste disposizioni influenzeranno direttamente la vita dei cittadini italiani e il futuro dell’economia italiana. Ma come abbiamo precisato si tratta di misure ancora in fase di discussione e potrebbero esserci ulteriori modifiche prima dell’approvazione finale.

Fisco, certezza delle sanzioni e semplificazioni per combattere l’evasione: il piano del Governo

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.