Cerca
Close this search box.

Inps, da gennaio ad agosto 2023 quasi un milione di nuovi rapporti di lavoro

cantiere lavoro superbonus 110

Secondo l’Osservatorio Inps sul precariato, nel periodo tra gennaio ed agosto del corrente anno, l’Italia ha registrato un saldo positivo di 968.330 nuovi rapporti di lavoro, risultato dall’attivazione di 5.477.344 contratti e dalla cessazione di 4.509.014. Questi dati indicano un’ulteriore crescita delle opportunità lavorative nel paese.

Il saldo positivo nel settore dei contratti a tempo indeterminato ha contribuito in modo significativo a questa tendenza, registrando un aumento da 272.811 unità nello stesso periodo del 2022 a 310.763 unità quest’anno.

Andamento delle assunzioni

Nel complesso, l’Osservatorio Inps evidenzia che le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati tra gennaio ed agosto sono state 5.477.000, con un lieve calo dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2022. Questo decremento è principalmente attribuibile alle assunzioni con contratti in somministrazione (-8%), a tempo indeterminato (-6%), e in apprendistato (-4%). Al contrario, si è verificato un aumento nelle altre tipologie contrattuali: lavoro intermittente (+3%), stagionali e tempo determinato (+2%).

Trasformazioni e cessazioni

Le trasformazioni da tempo determinato nel corso dei primi otto mesi del 2023 sono risultate essere 517.000, registrando un aumento del 5% rispetto allo stesso periodo del 2022. Tuttavia, le conferme di rapporti di apprendistato al termine del periodo formativo sono in flessione (-18%).

Le cessazioni fino ad agosto del 2023 sono state 4.509.000, in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-2%). Questa diminuzione è principalmente dovuta ai contratti a tempo indeterminato e contratti in somministrazione (-7%) e ai contratti in apprendistato (-5%). Al contrario, si è verificato un aumento nelle cessioni di contratti a tempo determinato e contratti stagionali (+1%) e contratti di lavoro intermittente (+3%).

Variazioni contrattuali e agevolazioni

Le attivazioni di rapporti di lavoro incentivati nel corso dei primi otto mesi del 2023 presentano un calo del 2%, principalmente a causa della diminuzione degli esoneri contributivi totali per giovani e donne. Tuttavia, l’agevolazione “Decontribuzione Sud” continua a crescere (+5%), confermandosi come l’agevolazione di maggior impatto, almeno per il numero di dipendenti coinvolti.

Saldo positivo e prospettive

Il saldo annualizzato, che identifica la variazione tendenziale su base annua delle posizioni di lavoro ad agosto, segna un saldo positivo pari a 485.000 posizioni di lavoro. Per il tempo indeterminato, la variazione risulta pari a +370.000 unità, spiegando oltre i tre quarti dell’incremento complessivo.

In sintesi, i dati dell’Osservatorio Inps rafforzano l’idea di un mercato del lavoro in crescita in Italia, con particolare enfasi sui contratti a tempo indeterminato, indicando una tendenza positiva che può influire positivamente sull’economia e sull’occupazione nel paese.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.