Cerca
Close this search box.

Lavorare meno, guadagnare di più: la Lamborghini introduce la settimana lavorativa di 4 giorni

Il panorama del lavoro sta vivendo una trasformazione epocale, e l’industria automobilistica si unisce al cambiamento. Dopo Intesa Sanpaolo e Luxottica, è ora la Lamborghini, azienda del gruppo Volkswagen con sede a Sant’Agata Bolognese, a introdurre la settimana lavorativa di quattro giorni per i suoi 2.100 dipendenti.

L’accordo storico è stato siglato nella notte tra il 4 e il 5 dicembre, dopo un anno di negoziati tra i sindacati Fim e Fiom e sarà sottoposto a un referendum. Ciò che rende questo accordo rivoluzionario è che la riduzione dell’orario di lavoro non comporta una diminuzione del salario, bensì la sua maggiorazione. Si tratta di un passo significativo nell’ambito dell’industria automobilistica europea, che si avvicina alla prospettiva di una settimana lavorativa più breve senza un impatto finanziario negativo per i dipendenti.

I sindacati sottolineano l’importanza di questo accordo, definendolo “storico” poiché rappresenta la prima volta che un’industria automobilistica in Europa implementa una significativa riduzione dell’orario di lavoro con un incentivo salariale aggiuntivo. Questo nuovo approccio punta a migliorare la qualità del lavoro, permettendo ai dipendenti di lavorare meno ore settimanali ma in modo più efficiente.

Michele De Palma, segretario generale della Fiom, commenta entusiasticamente l’accordo, definendolo un “grande accordo in Lamborghini”, frutto di intelligenza contrattuale, relazioni industriali solide e forza sindacale. Questo accordo segna l’inizio di un’era in cui la settimana lavorativa di quattro giorni diventa una realtà per i metalmeccanici.

Oltre alla riduzione dell’orario di lavoro, l’accordo prevede 500 nuove assunzioni e una serie di miglioramenti delle condizioni dei lavoratori. Ci saranno sforzi per contrastare i contratti “pirata” e consolidare i diritti dei lavoratori in appalto. Inoltre, sono previsti aumenti nei benefici del welfare, compresi permessi retribuiti per adozione e affido di bambini, nonché un aumento del contributo aziendale per il congedo parentale al 80% della retribuzione.

La riduzione dell’orario di lavoro sarà implementata in diverse modalità, a seconda del tipo di lavoro svolto. Il personale di produzione vedrà alternarsi una settimana da 5 giorni e una da 4, con una riduzione complessiva di 22 a 31 giorni lavorativi all’anno, a seconda dei turni. Gli impiegati potranno beneficiare fino a 12 giorni di smart working al mese.

Il pacchetto di incentivi include anche un nuovo premio di risultato di 4.000 euro, insieme ad aumenti in diverse indennità legate alla produzione e alla valorizzazione delle competenze dei dipendenti. La somma totale erogata annualmente ai dipendenti Lamborghini salirà a circa 16.000 euro, rappresentando un significativo aumento rispetto agli attuali 13.500 euro.

Per celebrare il sessantesimo anniversario dell’azienda, un premio straordinario di 1.063 euro verrà erogato con la busta paga di novembre 2023. La Lamborghini si presenta così come precursore di una nuova visione del lavoro, puntando su una maggiore flessibilità e benessere per i propri dipendenti.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.