Cerca
Close this search box.

Gallerie d’Italia, a Napoli il nuovo percorso espositivo di Intesa Sanpaolo

Le Gallerie d’Italia – Napoli di Intesa Sanpaolo aprono al pubblico a partire dal 21 dicembre per il rinnovato percorso espositivo dedicato alle opere del Novecento delle collezioni del Gruppo: Vitalità nel Tempo, a cura di Luca Massimo Barbero.

Sono 44 le opere proposte dal nuovo allestimento nella suggestiva sede di via Toledo, databili dal dopoguerra fino al contemporaneo, in grado di mettere in risalto la ricchezza e la molteplicità di una raccolta in continua evoluzione, che si è formata e arricchita nel tempo sia grazie alle opere appartenute alle numerose banche incorporate nel Gruppo, sia a seguito di acquisizioni sul mercato e di importanti donazioni.

“Il nuovo percorso – spiega Michele Coppola, Executive Director arte cultura e beni storici di Intesa Sanpaolo – conferma la visione che è all’origine del progetto di Gallerie d’Italia di trasformare palazzi storici in sedi museali, con l’obiettivo di condividere il patrimonio artistico di proprietà. Lo facciamo con un approccio dinamico e vitale, avvicendando le opere e diversificando i racconti, grazie ad una collezione d’arte cospicua e ricca di capolavori come quelli provenienti dalla Collezione Luigi e Peppino Agrati. Il costante lavoro di Gallerie d’Italia – conclude Coppola – dalle attività didattiche a quelle espositive accolte nella bellezza degli spazi di via Toledo, testimonia l’impegno convinto e appassionato di Intesa Sanpaolo nei confronti di questa straordinaria città”.

Gli artisti esposti, che varieranno nel tempo, sono emblematici di un percorso dell’immaginazione e dell’inventiva contemporanea. Il viaggio, introdotto dal neon di Bruce Nauman, parte dal monocromo come tema fondamentale degli anni Cinquanta e dell’Informale, passando all’immaginario Pop italiano, fino all’Arte povera e contemporanea. Nel grande corridoio del secondo piano, sono esposte opere rappresentative di varie tendenze di ricerca legate al colore, al racconto letterario e alle personalità storiche rivisitate in chiave moderna, fino a giungere ai nuovi artisti concettuali.

Si potranno quindi ammirare non solo capolavori, ma anche opere meno note, emblematiche della ricerca artistica di Lucio Fontana, Piero Manzoni, Alberto Burri, Bice Lazzari, Titina Caselli, Carol Rama, Alighiero Boetti, Tancredi Parmeggiani, Domenico Gnoli (nella foto in evidenza il suo ‘Bow Tie’, ndr), Sol LeWitt, Jannis Kounellis, Robert Rymane.

Assieme a quelli di Milano, Torino e Vicenza, il museo di Napoli è parte del progetto museale Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo, guidato dall’ Executive director arte, cultura e beni storici della Banca Michele Coppola.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.