Lilly H
Cerca
Close this search box.

Nuovo piano di incentivi automotive, svolta verso la sostenibilità e la produzione nazionale

Il ministro dell’Industria, Adolfo Urso, presenterà domani il nuovo piano di incentivi per il settore automotive, focalizzato sulla rimodulazione dell’Ecobonus per l’acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti. Questo annuncio arriva nell’ambito di un piano ambizioso da circa un miliardo di euro, mirato a segnare una svolta nell’industria automobilistica italiana con l’obiettivo di raggiungere la produzione di un milione di veicoli da parte di Stellantis nel paese.

Il piano sarà discusso con rappresentanti chiave del settore, tra cui Stellantis, sindacati, associazioni imprenditoriali e le Regioni. L’incontro affronterà anche lo stato di avanzamento dei gruppi di lavoro dedicati al mercato, alla competitività, alla componentistica, al lavoro e alla ricerca.

Sebbene il governo non abbia ancora annunciato ufficialmente il nome del secondo costruttore automobilistico che si prevede di portare in Italia, il focus sembra essere rivolto ai mercati asiatici e nordamericani. Aziende cinesi e Tesla sono tra i possibili candidati.

Il sottosegretario del Mimit, Massimo Bitonci, ha dichiarato che il governo sta lavorando attivamente per attirare almeno un secondo costruttore in Italia. Sono in corso diverse interlocuzioni con soggetti imprenditoriali, e una task force dedicata è stata costituita per operare congiuntamente al Comitato di Attrazione Investimenti Esteri.

Gli incentivi, sebbene attesi, difficilmente entreranno in vigore prima di marzo. Nel frattempo, il governo attuale ha riaperto i termini per le prenotazioni dei concessionari il 23 gennaio, con incentivi che includono un contributo massimo di 5.000 euro per le auto elettriche con rottamazione di un veicolo Euro 0-Euro 4.

Con il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm), gli sconti proposti saranno ampliati. Per le auto elettriche, gli sconti partiranno da 6.000 euro (senza rottamazione) e potranno arrivare a 13.750 euro se si rottama un’auto Euro 2 e si presenta un Isee sotto i 30.000 euro. Per le auto ibride, gli incentivi varieranno da 4.000 a 10.000 euro, mentre per le auto a basse emissioni si prevedono sconti tra 1.500 e 3.000 euro.

Il nuovo piano punta a incentivare le flotte aziendali e il noleggio a lungo termine, mentre verrà introdotta una misura per stimolare l’acquisto di auto usate a bassa emissione. Il governo si impegna a creare un ambiente favorevole alla sostenibilità e a promuovere la produzione automobilistica nazionale.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.