Cerca
Close this search box.

Schnabel, esecutivo della BCE: Italia promossa su spread, tassi e crescita economica

Isabel Schnabel, economista e membro del comitato esecutivo della Banca Centrale Europea (BCE), ha offerto un’analisi articolata sulla situazione economica italiana, esprimendo un giudizio positivo sui progressi compiuti ma richiedendo cautela sui tassi di interesse e sottolineando la necessità di affrontare le sfide rimanenti.

Schnabel ha riconosciuto che l’Italia ha compiuto passi significativi nel promuovere la crescita economica e nel contenere lo spread, nonostante rimanga ancora molto da fare per ridurre il peso del debito pubblico. Tuttavia, ha avvertito contro l’eccessivo allentamento delle condizioni finanziarie, soprattutto in relazione alla lotta contro l’inflazione. Ha sottolineato che l’ultimo tratto di questa lotta è il più difficile da percorrere e che il mercato del lavoro solido potrebbe portare le aziende a trasferire aumenti dei costi sui consumatori.

Inoltre, Schnabel (nella foto in evidenza)  ha evidenziato la resistenza dei prezzi dei servizi e ha messo in guardia contro il rischio di nuovi focolai inflazionistici. Ha invitato alla pazienza e alla cautela, considerando che le condizioni finanziarie si sono già allentate in previsione di tagli ai tassi d’interesse.

Anche Christine Lagarde, presidente della BCE, ha ribadito l’importanza di essere cauti riguardo alla sostenibilità del calo dell’inflazione e ha sottolineato la necessità di più fiducia in merito alla diminuzione dei salari. Lagarde ha anche evidenziato l’indipendenza della BCE dalle azioni della Federal Reserve statunitense e ha sottolineato l’urgenza di un’unione del mercato dei capitali per contrastare il deflusso finanziario netto dall’eurozona.

Schnabel ha inoltre espresso alcune considerazioni incoraggianti sull’Italia, riconoscendo una crescita economica relativamente solida e un processo di disinflazione più rapido rispetto alla media dell’Eurozona. Tuttavia, ha evidenziato le vulnerabilità fiscali del paese, sottolineando la necessità di interventi sulla crescita economica per ridurre il rapporto debito-pil, oltre al consolidamento fiscale.

Infine, ha lodato la tenuta dello spread italiano, attribuendola sia al supporto della BCE che alle politiche nazionali adottate dal governo.

L’analisi di Schnabel evidenzia una posizione di attenzione e prudenza nei confronti dell’economia italiana, riconoscendo i progressi ma sottolineando la necessità di affrontare le sfide rimanenti con determinazione e cautela.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.