Cerca
Close this search box.

Sicurezza sul lavoro, patente a punti e più ispettori nei cantieri

Dal primo ottobre entrerà in vigore la nuova patente a “crediti” per i cantieri, un sistema innovativo voluto dal governo per rafforzare la sicurezza sul lavoro e contrastare il sommerso nel settore edile. Questo nuovo meccanismo prevede un punteggio iniziale che potrà essere scalato in base alla gravità di irregolarità e infortuni verificatisi sul luogo di lavoro. L’obiettivo è quello di qualificare le imprese, garantire la formazione dei lavoratori e proteggere la sicurezza dei cantieri.

Secondo le nuove norme, approvate dal Consiglio dei ministri come parte del più ampio decreto Pnrr, le imprese che accumuleranno pochi o nessun credito non potranno partecipare ai bandi pubblici per sei mesi e potrebbero essere soggette a multe fino a 12mila euro. Queste misure, nate dopo un incontro con le parti sociali, mirano a inasprire le sanzioni e ad aumentare il numero di ispettori sul campo per garantire il rispetto delle normative.

Tuttavia, non tutte le imprese e i sindacati concordano con questa iniziativa. Cgil e Uil hanno già annunciato la loro opposizione, criticando sia il metodo sia il merito delle nuove regole. Nonostante i sindacati abbiano da tempo richiesto una patente a punti, ritengono che il sistema proposto non sia sufficientemente efficace per proteggere la vita dei lavoratori.

Secondo il governo, la patente a “crediti” è solo il primo passo verso un sistema più sicuro e controllato nei cantieri. Si parte dall’edilizia, ma l’obiettivo è quello di estendere questo sistema ad altre attività. Si prevede anche una riduzione delle sanzioni civili per le imprese che si regolarizzano spontaneamente, ma si sottolinea che i debiti per premi e contributi devono essere integralmente pagati.

Le associazioni di piccole imprese e artigiani non sono favorevoli alla nuova patente, preferendo un focus sulla formazione e sull’applicazione corretta dei contratti collettivi. Anche l’Ance sottolinea l’importanza della formazione e chiede un confronto permanente tra le parti sociali per garantire i diritti e i doveri di imprese e lavoratori.

Con l’entrata in vigore di queste nuove misure, è previsto un aumento degli ispettori sul campo e un coordinamento più efficace delle attività ispettive, nell’ottica di garantire una maggiore sicurezza nei cantieri e una migliore tutela dei lavoratori.

(Nella foto in evidenza il solaio di un prefabbricato crollato  in un cantiere edile a Nord-Ovest di Firenze che ha causato 5 morti) Foto ANSA/US VVFF

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.