Cerca
Close this search box.

Ex Ilva, il Tribunale di Milano dichiara lo stato di insolvenza

Il Tribunale fallimentare di Milano ha emesso una dichiarazione di insolvenza per le Acciaierie d’Italia, ex Ilva, su richiesta di Invitalia e del commissario straordinario Giancarlo Quaranta. Questa decisione mette in evidenza una grave mancanza di liquidità di cassa che potrebbe mettere a rischio la sopravvivenza dell’azienda.

Il procuratore aggiunto Laura Pedio ha avviato un fascicolo sul caso ex Ilva, senza ipotesi di reato né indagati al momento, ma che potrebbe portare a un’indagine per bancarotta. Le richieste di un concordato “in bianco” da parte di AdI e ArcelorMittal sono state respinte, poiché è già stata avviata una procedura di amministrazione straordinaria, escludendo così ulteriori strumenti di protezione del patrimonio.

La dichiarazione di insolvenza permette l’avvio del commissariamento e potrebbe innescare un’indagine sulla gestione e i conti dell’ex Ilva. Inoltre, consente la concessione di prestiti statali fino a un massimo di 320 milioni di euro per il 2024, come previsto dal decreto ex Ilva.

La commissione Industria del Senato ha votato sugli emendamenti al decreto, approvando misure a sostegno dell’indotto di Acciaierie d’Italia. Il testo andrà in Aula il 5 marzo, dopo che sono state accolte richieste provenienti dall’indotto per rivedere i parametri di accesso al Fondo di garanzia e utilizzare avanzi di amministrazione per sostenere le imprese della filiera.

Il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha commentato che le proposte emendative recepiscono le richieste dell’indotto e riflettono un periodo di confronto e ascolto delle esigenze del settore. Urso ha annunciato una visita agli impianti in Liguria e Piemonte per la prossima settimana, confermando l’impegno del governo nel sostenere l’industria siderurgica italiana.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.