Cerca
Close this search box.

Col progetto Polis il passaporto si fa in ufficio postale

È finalmente pronta a partire la fase sperimentale del nuovo servizio di richiesta e rinnovo passaporto negli uffici postali dei Comuni al di sotto dei 15mila abitanti. L’iniziativa – nata a seguito della firma di una convenzione fra Poste Italiane, ministero delle Imprese e del Made in Italy e ministero dell’Interno – fa parte del progetto Polis di Poste Italiane, che punta a trasformare l’ufficio postale nella casa dei servizi digitali: uno sportello unico in grado di consentire un accesso rapido e semplice ai servizi della Pubblica amministrazione. 

I cittadini residenti o domiciliati nei Comuni inclusi nel progetto potranno presentare direttamente allo sportello dell’ufficio postale la pratica per la richiesta o il rinnovo del passaporto e ricevere il documento direttamente al proprio domicilio.“Grazie alla collaborazione con Poste Italiane e alla sua capillare rete di uffici sul territorio, stiamo progressivamente spostando il baricentro delle attività del Viminale per renderlo sempre più vicino alle esigenze dei cittadini”, ha spiegato il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi a margine della presentazione del progetto Polis, ospitata a Roma dall’Ufficio postale di piazza San Silvestro. 

“Quella che inizia oggi – ha proseguito Piantedosi – è una novità importante sulla strada della semplificazione di canali di accesso ai servizi della Pubblica amministrazione: un segnale di attenzione verso le comunità di quei piccoli centri abitati che rappresentano la spina dorsale del nostro Paese”.

Matteo Piantedosi in occasione della presentazione del progetto Polis di Poste Italiane, ANSA/FABIO CIMAGLIA (NPK)Roma, 01 marzo 2024

All’evento hanno partecipato anche la Presidente di Poste Italiane Silvia Maria Rovere, l’Ad Matteo del Fante e il Dg Giuseppe Lasco. (Nella foto in evidenza, da sinistra verso destra: Lasco, Rovere, Piantedosi e Del Fante, 01 marzo 2024 ANSA/FABIO CIMAGLIA, NPK)

Lanciato a gennaio dello scorso anno, Polis è finanziato con risorse del piano complementare al Pnrr, con 800 mln di euro e per circa 400 mln a carico di Poste Italiane. “Un altro tassello importante nel progetto Polis che riteniamo assolutamente centrale per lo sviluppo dei piccoli centri urbani, l’inclusione sociale e la competitività del Paese”, ha commentato il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso. La sperimentazione sarà avviata prima in due comuni del Bolognese, a San Pietro in Casale e Toscanella, per poi estendersi gradualmente a tutto il territorio nazionale. 

“Questa iniziativa contribuirà a semplificare l’accesso ai servizi erogati dalla Pubblica amministrazione e a ridurre i tempi necessari per richiedere o rinnovare il proprio passaporto – ha aggiunto Urso – Gli uffici postali aumenteranno progressivamente la loro centralità, trasformandosi in veri e propri ‘sportelli unici’ di prossimità per l’accesso ai servizi pubblici”. L’iniziativa potrebbe contribuire ad alleviare le sofferenze del Viminale nella gestione del rilascio dei passaporti, una funzione amministrativa che ultimamente procede a rilento.

A questo proposito, Piantedosi aveva di recente sottolineato come nel periodo post Covid-19, con la ritrovata possibilità di viaggiare, si fosse verificato “un incremento eccezionale delle richieste di rilascio del passaporto, a fronte del quale abbiamo risposto con uno straordinario impegno: nel 2023 sono stati rilasciati 2,75 milioni di documenti, un milione in più rispetto a ciascun anno pre-pandemico”.

“Al ministro dell’Interno va il ringraziamento di Poste Italiane per la collaborazione che ci ha permetto di ottenere un obiettivo così importante”, ha sottolineato l’Ad Del Fante. Polis procede rispettando con puntualità la tabella di marcia e suscita grande interesse anche in Europa per il suo valore inclusivo e per la capacità di offrire servizi essenziali al cittadino che risiede in piccoli Comuni, mettendolo al pari di chi vive nelle grandi città e ha facile accesso a uffici e servizi, grazie all’idea innovativa di ufficio postale che funge da sportello unico della Pubblica amministrazione”. 

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.