Cerca
Close this search box.

Calcio femminile, la denuncia Unesco: disuguaglianze strutturali e discriminazioni

martina rosucci donne calcio

Le donne nel calcio affrontano ancora disuguaglianze strutturali e discriminazioni, nonostante il crescente numero di ragazze coinvolte nel calcio organizzato in tutto il mondo. Nel 2023, ben 16,6 milioni di ragazze si sono impegnate nel calcio, segnando un aumento significativo del 24% rispetto al 2019. Questo incremento ha portato il numero totale di squadre di calcio femminile a raggiungere le 55.622, con la maggior parte di esse (il 59%) situate in Europa.

Tuttavia, nonostante questa crescita, i dati dell’Unesco evidenziano una bassa rappresentanza delle donne tra gli allenatori e gli arbitri, con solo il 5% circa dei tecnici e il 9% dei direttori di gara che sono donne. Queste disuguaglianze strutturali si manifestano anche attraverso disparità di accesso alle risorse, alle opportunità e al riconoscimento nel calcio femminile, contribuendo a perpetuare un ciclo di discriminazione di genere.

Le norme sociali e gli stereotipi culturali giocano un ruolo significativo nel sottorappresentare e sottovalutare le donne nel calcio, rafforzando le disparità di genere a tutti i livelli dello sport. Pertanto, l’Unesco ha organizzato un incontro nella sua sede di Parigi il 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, dal titolo “Segnare un gol per le donne”, con l’obiettivo di promuovere l’uguaglianza di genere nel calcio e attraverso il calcio.

La discussione mira a guidare la progettazione di strategie preventive, regolamenti, iniziative e sanzioni contro la discriminazione delle donne nel calcio. Secondo l’Unesco, affrontare queste disuguaglianze strutturali richiede sforzi concertati per sfidare i pregiudizi profondamente radicati, promuovere l’inclusività e attuare politiche attente alla dimensione di genere che garantiscano un trattamento equo e pari opportunità per tutti i partecipanti, indipendentemente dal genere.

Il calcio, essendo lo sport più popolare al mondo con miliardi di tifosi e partecipanti in ogni continente, rappresenta un terreno cruciale per abbattere le disuguaglianze di genere. Come sostiene la Fifa, il calcio femminile rappresenta oggi “la più grande opportunità di crescita”. È quindi fondamentale adottare misure concrete e impegnarsi per promuovere l’uguaglianza nel calcio femminile e nella società nel suo complesso.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.