GILEAD
Cerca
Close this search box.

Sbarra difende il Jobs Act e boccia I referendum della Cgil sull’articolo 18

Gilead

Il Jobs Act, varato nel 2015 durante il governo Renzi, torna al centro del dibattito sindacale con la proposta referendaria della Cgil per il ripristino dell’articolo 18, considerato ormai “anacronistico” da molti. Luigi Sbarra, leader della Cisl, ha espresso la sua netta contrarietà alla proposta referendaria, definendo il Jobs Act “una grande riforma” non priva di lacune ma con aspetti positivi.

La proposta referendaria della Cgil, che ha depositato quattro quesiti in Cassazione, di cui due riguardano la riforma del lavoro promossa dal Jobs Act, ha suscitato reazioni contrastanti all’interno del sindacato. Mentre Cgil e Uil proseguono insieme la mobilitazione sulla sicurezza sul lavoro, la Cisl si schiera a favore del mantenimento della riforma.

Sbarra ha criticato duramente la campagna referendaria della Cgil, definendo “indecenti e demagogici” gli attacchi rivolti alla Cisl. Ha sottolineato che l’obiettivo attuale è la conquista di una vera tutela per i lavoratori attraverso la formazione, l’investimento sulle competenze e l’apprendimento. Ha inoltre evidenziato i dati positivi sull’occupazione in crescita, vedendo un orientamento a stabilizzare i contratti anziché favorire la precarietà.

Il leader della Cisl ha messo in guardia dal rischio di riaccendere la battaglia sull’articolo 18, definendolo “anacronistico” e “foriero di tensioni e divisioni”. Ha sottolineato la necessità di rispettare le diverse sensibilità sindacali e di costruire una strategia nazionale basata sulla trattativa e il confronto, evitando di alimentare la temperatura sociale con proteste sterili.

Il dibattito sul Jobs Act e sull’articolo 18 rimane acceso all’interno del sindacato, con posizioni divergenti che evidenziano la complessità della situazione e la necessità di un dialogo costruttivo per trovare soluzioni efficaci per i lavoratori italiani.

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.