GILEAD
Cerca
Close this search box.

Pressing di Lufthansa per ottenere il via libera dell’Ue all’unione con Ita Airways

Gilead

Nonostante gli impegni presentati all’inizio dell’anno, il gigante dell’aviazione Lufthansa si trova ancora alle prese con le richieste di Bruxelles riguardanti la sua proposta di fusione con Ita. Il 6 giugno è il termine ultimo per il verdetto della Commissione europea, e la tensione è alta mentre entrambe le parti si impegnano in negoziati serrati per risolvere le preoccupazioni sull’impatto della fusione sui cieli europei.

Lufthansa, determinata a realizzare questo matrimonio aereo entro la fine dell’anno, ha presentato soluzioni senza ritardi, ma il cammino verso l’approvazione è tutt’altro che facile. La visione del colosso tedesco è quella di una “soluzione globale e costruttiva” per affrontare le preoccupazioni riguardanti le rotte a corto raggio, i collegamenti intercontinentali e l’hub di Milano-Linate.

La strategia di Lufthansa è avvolta da massimo riserbo, con proposte su slot e diritti di traffico mirate a sciogliere i nodi critici individuati dall’Unione Europea. Tuttavia, la strada verso l’accettazione è ostacolata da richieste di correzioni su 26 tratte a breve raggio e 13 intercontinentali, percepite dall’UE come potenzialmente sleali per il mercato unico.

Uno degli aspetti più controversi è lo scalo di Milano-Linate, dove l’accordo potrebbe rinforzare la posizione dominante di Ita, mettendo a dura prova le compagnie concorrenti. Nonostante la cautela nelle comunicazioni ufficiali, si avverte un certo ottimismo a Palazzo Berlaymont riguardo all’esito dei negoziati.

Per Lufthansa, è fondamentale dimostrare flessibilità e volontà di proteggere la concorrenza, prendendo come esempio precedenti fusioni approvate dall’UE con concessioni e adeguamenti necessari per evitare il monopolio. L’obiettivo è garantire che i prodotti e i servizi di alta qualità rimangano accessibili ai consumatori.

Nonostante le sfide, Lufthansa resta fiduciosa in un esito positivo, che porterebbe la nuova compagnia a far parte della famiglia del gruppo tedesco entro la fine dell’anno. Tuttavia, la recente revisione al ribasso delle previsioni di guadagno per il 2024 e la perdita del 4,6% in Borsa evidenziano le pressioni finanziarie che la compagnia sta affrontando.

Per Lufthansa, il tempo stringe, ma la perseveranza è evidente. La fusione con Ita non è solo un obiettivo strategico, ma anche una necessità per mantenere la competitività e le prospettive di bilancio nel mercato dell’aviazione europea. Tuttavia, mentre il countdown verso il verdetto finale continua, rimane ancora incerta la direzione che prenderanno i negoziati e se gli impegni proposti saranno sufficienti per ottenere l’approvazione tanto attesa.

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.