GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Sarà di nuovo una lunga estate calda al cinema?

Sarà di nuovo una lunga estate calda? Sicuramente la doppia iniziativa Cinema in Festa e Cinema Revolution sostenuta dalle istituzioni (con biglietti ridotti per tutta la stagione) darà una mano nel non sempre facile tentativo di riempire i cinema anche d’estate. Con gli Europei di Calcio e senza l’effetto “Barbenheimer” capace di trainare il boxoffice mondiale a vette da record, ci si dovrà rimboccare le maniche e sfruttare al meglio i titoli – non così pochi a dire il vero – che le major hollywoodiane rilasceranno in queste settimane. Gli analisti americani del box office sperano in un’estate che porti 3 miliardi di dollari entro settembre, che vorrebbe dire un -27% rispetto ai 4.09 miliardi di dollari dell’estate scorsa (fonte ercboxoffice.com). Per farlo, si spera nei franchise e nei sequel.

Animazione

“Inside Out 2” e “Cattivissimo Me 4”

Quello che non mancherà questa estate è il grande cinema di animazione, che ha sempre funzionato. Scendono in campo Disney-Pixar e Illumination Entertainment. La prima arriva appena finiscono le scuole: il 19 giugno esce “Inside Out 2”, sequel di uno dei capolavori Pixar, che segue la vita di Riley durante la sua adolescenza, con la comparsa di nuove emozioni, tra cui c’è Ansia. È uno dei film che aspettiamo di più, il ritorno a quella Pixar più intensa e geniale. In America puntano a superare i 100 milioni di dollari al debutto e a un grande incasso totale: “Inside Out” nel 2015 aveva incassato 356 milioni in Usa (con un esordio da 90.4 milioni) e 858 milioni di dollari in tutto il mondo. La seconda proposta copre il classico periodo back to school: il 21 agosto arriva “Cattivissimo Me 4”, nuovo capitolo di uno dei franchise più fortunati degli ultimi anni, che ha posizionato la Illumination tra le grandi case di animazione: ritroveremo Gru alle prese con una nuova paternità, le sue bambine, gli amati Minions e un supercattivo, Maxime Le Mal. Riuscirà a raggiungere i 370.2 milioni di dollari raggiunti nel 2022 da “Minions 2: come Gru diventa Cattivissi- mo”? Il 12 settembre arriva anche “Il Magico mondo di Harold”, misto di animazione e live action, diretto da quel Carlos Saldanha che era tra i creatori de “L’era glaciale”. Zooey Deschanel e Zachary Levi sono i protagonisti della versione cinematografica di un libro per bambini su un uomo che crea qualsiasi cosa semplicemente disegnandola.

Cinecomic

C’è solo “Deadpool & Wolverine”

 A proposito di disegni, o meglio di fumetti, il mondo dei cinecomic questa estate vedrà un solo film, anche se i supereroi saranno due. La Marvel, prodotta da Disney, che ha annun- ciato meno film e serie ma con più qualità, lancia “Deadpool & Wolverine” (24 luglio), il terzo capitolo dedicato a Deadpool, l’eroe più scorretto e irriverente del gruppo. Cinecomic sì, ma un po’ di nicchia. Non è Iron Man né gli Avengers, ma gli appassionati lo attendono con ansia. Ryan Reynolds e Hugh Jackman tornano in un film che segna l’esordio di Deadpool nel Marvel Cinematic Universe e sarà l’unico titolo del 2024 di questo franchise che sembra aver perso un po’ di smalto. Sembrano finiti i tempi in cui il pubblico andava a vedere ogni film per cogliere i collegamenti e godersi poi le uscite collettive degli “Avengers”. “Deadpool 2”, nel 2018, aveva in- cassato in Usa 324 milioni di dollari: si punta a raggiungere almeno questo obiettivo.

Ritorna Alien

“Alien – Romulus” esce il 14 agosto

C’è un altro franchise che torna sugli schermi ed è uno dei più amati dagli appassionati di cinema. “Alien – Romulus” esce il 14 agosto e promette il solito mix tra fantascienza e horror. È proprio da questo genere che arriva il regista, Fede Alvarez. Dietro la macchina da presa non c’è infatti Ridley Scott, dopo i discussi prequel girati negli anni scorsi. Il nuovo film si colloca tra il primo “Alien” e il suo seguito, “Aliens – Scontro finale”, e vede ancora in scena gli xenomorfi, la Weyland-Yutani Corporation e un equipag- gio ovviamente destinato al massacro. Quello che ci piace è che al film hanno lavorato alcuni artisti che erano al fianco di James Cameron in “Aliens – Scontro finale”, e il fatto che il titolo sarà uno stand alone, senza seguiti o nuove saghe. E anche la protagonista, Cailee Spaeny, che abbiamo visto in “Priscilla” e “Civil War”.

Estate da brividi

Gli horror, da “A Quiet Place” a Shyamalan

Un horror nello spazio a ferragosto? Sì, il nuovo “Alien” esce in quei giorni e il cinema dell’orrore è considerato un genere molto estivo, perfetto per aggiungere altri brividi all’aria condizionata dei multiplex. Di horror in estate
ne arrivano tanti. A partire dal nuovo film di quella che ormai è una saga di successo, “A Quiet Place: Giorno 1” (26 giugno), prequel dei due film molto particolari in cui il mondo è preda di alieni che hanno un udito potentissi- mo, per cui chi fa rumore muore. Alla regia non c’è John Krasinski, che però ha scritto il film insieme al regista Michael Sarnoski. Insieme a Lupita Nyong’o e Djimon Hounsou vivremo il giorno in cui il mondo è piombato in America 160 milioni di dollari nel 2021, ed eravamo ancora in pandemia. Il mondo dell’horror e del thriller ci regala anche una combo padre-figlia: arrivano infatti i film di M. Night Shyamalan e di sua figlia di Is- hana. “Trap”, di M. Night Shyamalan, con Josh Hartnett, esce il 7 agosto. È la storia di un uomo che un giorno accompagna la figlia al concerto di Lady Raven, una pop star.

Ma, una volta lì, si accorge che il luogo del concerto è pieno di polizia, che cerca un serial killer noto come “il macellaio”. “The Watch- ers – Loro ti guardano” di Ishana Shyamalan, con Dakota Fanning, esce il 6 giugno e racconta la storia di una giovane artista che, in una foresta in Irlanda, finisce intrappolata con tre sconosciuti che ogni notte sono spiati e perseguitati da misteriose creature. A proposito di figlie d’arte, si dà all’hor- ror anche Zoe Kravitz, la figlia di Lenny Kravitz e Lisa Bonet, alla sua prima regia con “Blink Twice”, in uscita il 22 agosto, che racconta la storia di una cameriera (Naomi Ackie) che accetta l’invito di un magnate (Channing Tatum) sulla sua isola privata, dove accadono strane cose. Nel cast anche Kyle MacLachlan, Geena Davis e Christian Slater.

Ritorna il western

“Horizon: An American Saga”

A proposito di generi, l’estate del 2024 vedrà il ritorno del vecchio cinema western. Il merito è di Kevin Costner che torna al cinema, rinato, con “Horizon: An American Saga”, presentato, tra l’ammirazione generale, al Festival di Cannes e in arrivo nei cinema italiani con il Capitolo 1 il 4 luglio e il Capitolo 2 il 15 agosto.

Azione

“Twisters” e “Bad Boys – Ride Or Die”

Non mancherà il cinema d’azione e, in questo senso, questa estate propone alcuni titoli franchise che non dovrebbero deludere: “Twisters” (17 luglio) è il remake di “Twister”, il famoso disaster movie anni Novanta, riletto ai tempi dei social media, con Glen Powell e Daisy Edgar-Jones. “Bad Boys – Ride Or Die” (13 giugno) è addirittura il quarto capitolo della saga che vede di nuovo insieme Will Smith e Martin Lawrence, poliziotti fuori dai canoni, e stavolta nei panni dei ricercati: azione e ironia sono servite. In arrivo anche “The Bikeriders” (19 giugno), storia di una banda di moto- ciclisti negli anni Sessanta con Austin Butler, Tom Hardy e Jodie Comer, e “La stanza degli omicidi” (6 giugno) noir carico di ironia che riunisce Uma Thurman e Samuel L. Jackson, indimenticabili protagonisti di “Pulp Fiction”. Per chi ama le tinte dark, il 28 agosto arrivano quelle più disperate del remake de “Il Corvo” , con Bill Skarsgård, e il 5 settembre quelle più ironiche di “Beetlejuice 2” di Tim Burton, sequel del film del 1988, ancora con Michael Keaton e Winona Ryder.

Ironia d’autore

“Kinds Of Kindness”, “Hit Man”, “Fly Me To The Moon”

La sorpresa dell’estate 2024 sarà l’ironia ben rappresen- tata dai titoli “Kinds Of Kindness”, “Hit Man” e “Fly Me To The Moon”. “Kinds of Kindness” è il nuovo film di Yorgos Lanthimos, presentato a Cannes e al cinema dal 6 giugno. È una favola in tre atti: un uomo senza scelta che cerca di prendere il controllo della propria vita; un poliziotto preoccupato dal fatto che la moglie scompar- sa in mare sia tornata e sembri un’altra persona; una donna determinata a trovare una persona specifica con una speciale abilità, destinata a diventare un prodigio- so leader spirituale. Nel cast c’è la musa del regista e premio Oscar Emma Stone, insieme a Jesse Plemons, Willem Dafoe e Margaret Qualley. “Hit Man – Killer per caso” (27 giugno), presentato lo scorso anno al Festival di Venezia, dove ha conquistato tutti, è il nuovo film di Richard Linklater, artista in grado di passare dalla poe- sia di “Prima dell’alba” al divertimento puro di “School Of Rock”: “Hit Man” è fatto di questa pasta, è diverti- mento irresistibile.

La storia di un ex killer professionista che lavora per la polizia e rompe tutte le regole per aiutare una donna nelle mani di Linklater, grazie a una sceneggiatura strepitosa, diventa commedia romantica, thriller poli- ziesco e film comico. Con il sex appeal di Adria Arjona e Glen Powell. “Fly Me To The Moon – Le due facce della luna” di Greg Berlanti (11 luglio) è un film che si prean- nuncia spassoso, uno di quei giochi metacinematografici che ci piacciono tanto. Tutto gira intorno al famoso sbarco dell’uomo sulla luna: c’è ancora chi pensa che sia stato tutto un film girato in studio. Il film prende questa idea e immagina una storia in cui, a un certo punto, si pensa che la missione sia così a rischio da prevedere un piano b, girare un finto sbarco sulla luna. A orchestrare tutto c’è una geniale addetta al marketing, interpretata da Scarlett Johansson. Memorabile la sua battuta: “Dovevamo chiamare Kubrick”.

 

 

Gileadpro
Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.