GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Tesla, Elon Musk potrebbe ottenere il pacchetto retributivo da 45 mld di dollari

elon musk twitter x

Dopo che un giudice ha tolto al Ceo di Tesla Elon Musk il pacchetto retributivo da 45 mld di dollari, gli azionisti sembrano sul punto di restituirlo. Approvata originariamente nel 2018, la proposta di retribuzione era stata elogiata dal Cda e dagli azionisti di Tesla perché era vista come un colpo di fortuna, dal momento che richiedeva a Musk di raggiungere obiettivi quasi impossibili prima di ricevere una retribuzione. Ma sei anni dopo gli obiettivi sono stati raggiunti, la retribuzione è stata invalidata da un giudice e il consiglio di amministrazione di Tesla è stato accusato di cattiva gestione.

L’entità del pacchetto retributivo, unita allo status di imprenditore superstar di Musk, ha trasformato quella che altrimenti sarebbe una banale attività di governance aziendale in una notizia internazionale. I critici più accaniti di Musk considerano la retribuzione da record come il segno di un dirigente con un’influenza fuori misura sul consiglio di amministrazione di Tesla, che comprende suo fratello e i suoi amici. I sostenitori, invece, attribuiscono a Musk il merito di aver costruito l’azienda dalle fondamenta e sostengono che le obiezioni alla sua retribuzione vengono sollevate solo ora perché ha raggiunto con successo tutti gli incentivi previsti. 

Allo stato attuale, il destino del pacchetto retributivo di Musk è ancora in bilico. I finanziatori di alto profilo, tra cui Baron Capital e l’Ad di ARK Invest Cathie Wood si sono espressi a favore. Il fondo sovrano norvegese Norges Bank Investment Management, i gestori dei fondi pensione di New York e della California e la società di investimenti Gerber Kawasaki hanno deciso di votare contro. 

In disparte ci sono i principali gestori patrimoniali come Vanguard Group, BlackRock e State Street, che non hanno dichiarato pubblicamente come voteranno ma che, per le loro dimensioni, potrebbero giocare un ruolo decisivo. Un ulteriore elemento di disturbo è rappresentato dai numerosi investitori al dettaglio che possiedono collettivamente il 43% delle azioni ordinarie di Tesla.

Secondo J. Bradford DeLong, professore di storia economica presso l’Università della California, Berkeley, la promessa di una retribuzione sovrumana ha contribuito ad alimentare alcuni dei comportamenti più irregolari di Musk. “Credo che questo pacchetto retributivo abbia contribuito alla sua discesa da leader aziendale visionario a bizzarro imbonitore”, ha scritto DeLong in un articolo pubblicato sul New York Times. “E questo insieme di incentivi e risposte non dovrebbe essere convalidato”.

Il pacchetto retributivo di Musk è stato originariamente approvato nel 2018, quando il 73% degli azionisti ha votato a favore del piano. A un certo punto il pacchetto aveva un valore di 56 mld di dollari, ma da allora il suo valore è sceso a 45, a causa del calo delle azioni di Tesla. Dopo che Musk ha raggiunto i suoi obiettivi, un gruppo di azionisti scontenti ha fatto causa per bloccare la mossa in un tribunale del Delaware. Il giudice Kathaleen McCormick ha deciso di annullare il piano di retribuzione, sostenendo che il consiglio di amministrazione non era sufficientemente indipendente. 

Questo punto di vista è stato condiviso da alcuni azionisti. Il consiglio di amministrazione di Tesla “si sta comportando come un’azienda a conduzione familiare quando è un’azienda quotata in Borsa”, ha dichiarato alla CNBC il controllore della città di New York Brad Lander. 

L’amministratore delegato di Gerber Kawasaki Ross Gerber, che ha definito Musk un “amministratore delegato assente” e ha detto che Tesla ha bisogno di un “vero amministratore delegato”, ha osservato che Musk merita un compenso, ma ha criticato il consiglio di amministrazione per quella che ha considerato una cattiva condotta. “Fanno schifo. Non ho mai visto un consiglio così cattivo. Per anni nelle scuole di economia si scriverà di come Tesla abbia un Cda orrendo”.

Altri azionisti hanno criticato lo stesso Musk. Un punto dolente costante per gli investitori istituzionali, sia quelli che acclamano Musk come un visionario sia quelli che detestano la sua politica personale, è la sua percepita mancanza di concentrazione. Musk è stato spesso criticato per aver diviso l’ attenzione tra le varie società, che includono X, SpaceX e Boring Co. In un’intervista rilasciata a Fortune il mese scorso, Lander ha affermato che il consiglio di amministrazione ha lasciato che Musk si concentrasse sulle sue altre società. 

“Ogni altra grande società quotata in Borsa con un Cda veramente indipendente – e molte di esse non sono così indipendenti – si aspetta che il loro amministratore delegato svolga il ruolo a tempo pieno”, ha detto Lander. Secondo Chris Ailman, responsabile degli investimenti di CalSTRS, la cosa che Musk preferisce è il viaggio nello Spazio, attualmente in fase di esplorazione presso SpaceX. “Vuole andare su Marte, lasciamolo volare via“, ha scherzato Ailman. 

L’articolo originale è disponibile su Fortune.com

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.