fbpx

Banca d’Italia, Panetta verso il rinnovo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Fabio Panetta sarà Vice direttore della Banca d’Italia per altri sei anni. Il Consiglio Superiore della Banca d’Italia, “convocato in seduta straordinaria, su proposta del Governatore ha dato oggi avvio all’iter per il rinnovo del mandato”. Lo rende noto via Nazionale che ricorda come la procedura, disciplinata dallo Statuto della Banca d’Italia, prevede che il rinnovo sia approvato con decreto del Presidente della Repubblica, e promosso dal Presidente del Consiglio di concerto col Ministro dell’economia e delle finanze.

Il mandato di un componente del direttorio dura sei anni ed è rinnovabile una sola volta. Assieme a Panetta ne fanno parte il governatore Ignazio Visco, il dg Salvatore Rossi, Luigi Federico Signorini e Valeria Sannucci (che scadono nel 2019). Panetta, nato a Roma nel 1959 coniugato e in Banca d’Italia dal 1985, è membro del cda della Bri e supplente del governatore nel consiglio direttivo della Bce. Inoltre è componente del consiglio del meccanismo di vigilanza unico della Bce, carica per la quale negli ultimi anni si è trovato spesso ad affrontare le crisi bancarie italiane, dalla risoluzione delle 4 banche fino alla liquidazione degli istituti veneti.

Più volte ha esortato il settore bancario  a ridurre i crediti anche se ha riconosciuto come occorra fissare una corretta velocità di riduzione. Ancora nello scorso febbraio Panetta ha sottolineato l’esigenza di coordinare le regole sul trattamento degli Npl fra Commissione e la Bce, che puntava a imporre criteri piu rigidi, per evitare confusione.

Leggi anche