WBF

Tria: niente dimissioni. P.Chigi e vicepremier smentiscono le voci

Aboca banner articolo

“Le dimissioni sono un’ipotesi che non esiste”: il ministro per l’Economia Giovanni Tria inteviene in prima persona e smentisce, come già fatto da Palazzo Chigi e Vicepremier Di Maio, le voci di un allontanamento dal resto del Governo. Sull’ipotesi di contatti con esponenti politici dell’opposizione il ministro ha aggiunto: “non c’è nessun messaggio”.

Nessun freddo siberiano, dunque, nessuna divisione: il Governo va avanti compatto, e anche Tria “sta svolgendo il suo lavoro con serietà e impegno, in piena sintonia con l’azione dell’esecutivo”, secondo Palazzo Chigi. Il Governo si affretta così a smentire le voci di stampa odierne, ovvero “fantasiose ricostruzioni destituite di ogni fondamento” che allontanano sempre di più, come già fatto in passato, il titolare di via XX settembre dall’esecutivo gialloverde. “In questa delicata fase di dialogo con l’Ue sulla manovra economica il governo va avanti compatto”, sottolineano fonti di Palazzo Chigi.

Proprio la delicata fase in cui si trova la manovra, stretta tra le promesse elettorali italiane e la rigidità economica europea, secondo alcuni, offre il fianco a Salvini e Di Maio per utilizzare Giovanni Tria come capro espiatorio a livello elettorale: sarebbe sua la colpa, nel caso l’Italia dovesse scendere a compromessi con l’Europa.

Le indiscrezioni partono, principalmente, da due fattori: il vertice sulla manovra di ieri, al quale Tria non si è presentato nonostante fosse a Palazzo Chigi, e l’investitura di Conte da parte di Di Maio e Salvini nelle trattative con Bruxelles, trattative che proseguiranno proprio con un incontro tra il premier e Juncker, martedì prossimo.

La smentita alle voci comunque è arrivata, prima ancora che da Tria e Palazzo Chigi, dal Vicepremier a 5 stelle: “smentisco categoricamente qualsiasi voce sulla volontà di far dimettere il ministro Tria. Ho visto che veniva attribuita addirittura al Movimento 5 stelle. Giovanni Tria sta facendo un grande lavoro e squadra che vince non si cambia: deve restare al ministero dell’Economia”. Più o meno le stesse parole usa l’altro vicepremier, Matteo Salvini: “Stiamo lavorando tutti insieme, con Tria non c’è nessun problema, nessuno ha mai chiesto le sue dimissioni”.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.