WBF

Germania, crescita 2018 rallenta a 1,5%: il minimo da 5 anni

Aboca banner articolo

La crescita della Germania nel 2018 è rallentata all’1,5% dal 2,2% dell’anno precedente, il tasso più basso da cinque anni a questa parte. Lo rende noto l’ufficio statistico. Il dato è in linea con le previsioni.

In questo modo l’economia tedesca avrebbe evitato una recessione tecnica. Dopo gli anni di boom, la locomotiva tedesca rallenta – nel 2017 e nel 2016 il Pil era al 2,2% – anche se il dato odierno conferma una crescita positiva per la nona volta di seguito dal 2010. Ed è stata registrata una lieve crescita nel quarto trimestre del 2018 dopo il Pil negativo nel terzo.

A rendere più precarie le prospettive, secondo quanto segnalato del resto da tutti gli istituti economici, che hanno tagliato le stime di crescita anche per l’anno prossimo, pesano fra l’altro il conflitto commerciale con gli Usa, le difficoltà dell’industria dell’auto, le incertezze legate alla Brexit.

Nel 2018, la congiuntura è stata comunque sostenuta soprattutto dal consumo interno. A questo si aggiunge l’aumento degli investimenti delle imprese in macchinari e il boom edilizio. Più fiacco l’export, messo alla prova soprattutto dallo scontro con gli Usa e dai nuovi standard sui gas di scarico, che hanno intralciato l’industria dell’auto, costretta ad adattamenti: un elemento che ha pesato soprattutto nell’ultimo trimestre.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.