fbpx

Ok del Cdm al reddito e a quota100. Di Maio: ecco le norme anti-divano

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Nel reddito di cittadinanza ci “sono norme anti-divano, che sono le norme su cui si fonda tutto il programma e che non consente a nessuno di poter abusare del reddito”. Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio in conferenza stampa illustrando lo schema delle offerte di lavoro, con la prima offerta, nel primo anno, inclusa in 100 km rispetto alla residenza. “Non converrà rifiutare la prima domanda, perché alla seconda l’offerta è più lontana, e la terza e’ in tutta Italia”.

Entusiastico il commento dell’altro vicepremier, Matteo Salvini che parla di  “soldi veri: 22 miliardi di euro”. Tanto vale il ‘decretone’ su reddito di cittadinanza e quota 100 sulle pensioni.

“E’ un passaggio storico e ovviamente essendo una possibilità di scelta su quota 100 abbiamo fatto stime: se ci saranno meno persone che per loro ragionamenti, faranno domanda, i soldi che avanzeranno saranno reinvestiti in taglio delle tasse, se ci saranno possibilità maggiori i soldi ci sono. Posso garantirlo. Non ci sarà un avente diritto – ha aggiunto Salvini –  che si sentirà negare il diritto alla pensione“.

Leggi anche