28 Giugno 2019

Accordo italo-francese tra i ‘leader del gas’ in Ue

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Una stretta di mano tra Italia e Francia per sviluppare soluzioni innovative nel campo dello sviluppo del gas naturale rinnovabile, dell’economia circolare e dell’innovazione. È stato firmato questa mattina il Patto energetico tra i leader europei della distribuzione del gas Italgas e Grdf. L’accordo, sancito nella cornice dell’Ambasciata italiana a Parigi, consentirà di rafforzare la collaborazione nello sviluppo e nello scambio di know how.

Il Memorandum Of Understanding “è un elemento di sinergia tra due imprese importanti di entrambi i Paesi. Credo che sia un elemento di innovazione su campi come quello del biogas e dell’idrogeno che sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati nel piano energia clima 2030”, ha detto il sottosegretario con delega all’Energia, Davide Crippa, presente al Forum parigino. Crippa ha quindi auspicato che la collaborazione tra i due Paesi possa “andare anche oltre questo accordo” per conseguire i comuni obiettivi sul clima.

Soddisfazione è stata espressa anche dal Ceo di Italgas, Paolo Gallo, secondo cui l’intesa “apre la strada a importanti prospettive di crescita del nostro settore, chiamato a svolgere un ruolo chiave nel processo di decarbonizzazione dell’economia. Insieme – assicura Gallo – favoriremo lo sviluppo di tecnologie utili a trasformare le modalità di gestione delle reti rendendo il nostro lavoro sempre più efficiente e migliorando la qualità e la sicurezza del servizio fornito alle comunità”. Parole a cui ha fatto eco Edouard Sauvage, il Ceo di Grdf: “lo sviluppo del gas rinnovabile – ha detto – è una vera sfida per la transizione energetica. Grdf crede nella forza delle partnership ci permetterà di lavorare verso soluzioni innovative, in particolare nel campo dello sviluppo del gas naturale rinnovabile, dell’economia circolare e dell’innovazione“.

Il convegno è stato organizzato da Irefi – Istituto per le relazioni economiche Francia-Italia – con il sostegno di Intesa Sanpaolo. Obiettivo dell’iniziativa è rafforzare la cooperazione tra i due Paesi nel campo dell’energia, favorendo la nascita di nuovi partenariati tra aziende franco-italiane. Presente ai lavori, anche la general manager della Filiale di Intesa Sanpaolo a Parigi, Adriana Saitta. “Degli oltre 8 mld di euro di attivi della Filiale di Intesa Sanpaolo a Parigi, il 17% è riferibile a società legate all’energia”, ha dichiarato, intervenendo dinanzi alla folta platea di addetti presenti in ambasciata. “Nel 2018 – ha continuato – il Gruppo Intesa Sanpaolo, tramite Banca IMI, ha cofinanziato il terminale di Dunkerque, il secondo rigassificatore europeo, molto rilevante per la diversificazione delle fonti e quindi per la sicurezza energetica francese”.

Per il responsabile Energia, Luca Matrone, la cooperazione tra Italia e Francia “può rafforzare la sicurezza energetica e accelerare il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione. In particolare, è importante spingere ulteriormente all’integrazione dei mercati e delle reti, favorendo il superamento delle barriere ancora esistenti”, ha dichiarato. L’intesa Italgas-Grdf interessa diversi livelli: sviluppo delle reti, digitalizzazione e smart metering; sicurezza dell’infrastruttura; attività di regolazione e processi di connessione alla rete; sviluppo del biometano; ricerca e innovazione delle tecnologie; mobilità sostenibile. Le due società collaboreranno inoltre per lo sviluppo di attività congiunte e per la condivisione di expertise di soluzioni e metodi applicati al settore della distribuzione.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.