Advertisement

11 Dicembre 2019

Aquafil solidifica il ponte Italia-Usa in maniera ‘sostenibile’

Attilia Burke

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Strade ‘di moquettes’ e nylon riportato in vita da vecchi tappeti. Succede nello stabilimento Carpet Recycling di Phoenix di Aquafil, dove le vecchie moquettes vengono completamente riciclate. “Le parti meno nobili, simili a sassi, possono essere utilizzate per fare strade o pezzi di plastica, mentre la parte più nobile in nylon viene portata in Europa per fare un processo di rigenerazione che lo riporta al suo passo originario”, racconta il presidente e Ad dell’azienda Giulio Bonazzi, tra i vincitori dei Transatlantic Awards 2019.

 

In un momento storico in cui la sostenibilità è diventata un elemento quasi imprescindibile nel percorso di crescita di un’azienda, Aquafil ne ha fatto un vero e proprio business. Ed è così sbocciata: da azienda locale produttrice di fibre sintetiche negli anni ’60 a impresa circolare e quotata in Borsa, presente nella classifica ‘Change the World’, l’elenco delle imprese che stanno cambiando il mondo, secondo Fortune. Una visione ‘sostenibile’, quella di Aquafil, che trova concretezza nella relizzazione di prodotti come econyl, il filo di nylon 100% rigenerato, con il quale l’azienda rivoluziona il concetto di rifiuto, trasformandolo in una materia prima rigenerabile all’infinito.

 

Il premio dell’American Chamber of Commerce in Italy, invece, è destinato alle personalità che si sono distinte nel favorire lo sviluppo delle relazioni transatlantiche tra Italia e Stati Uniti nel corso dell’anno. E per Aquafil la recente apertura dello stabilimento nell’Arizona è solo uno dei tanti investimenti mirati a rafforzare questo ponte tra Italia e States.

 

L’acquisizione di giugno della O’Mara Incorporated, ad esempio, sta già consentendo di solidificare ulteriormente i rapporti intercontinentali. “Con l’Aquafil O’Mara portiamo in America la nostra tecnologia per produrre i fili per arredamento e per abbigliamento, e porteremo in Europa la loro tecnologia per fare le stesse cose. Inoltre, essendo in loco, si potrà partecipare anche ai tender pubblici che richiedono il certificato di origine americano”, conclude Bonazzi.

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.