Advertisement

13 Dicembre 2019

Jeff Bezos potrebbe sbarcare nel football americano

Nicola Sellitti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il commercio online, l’editoria, l’esplorazione spaziale. Il divorzio a cifre record, la costosa filantropia. E forse a breve una squadra nella lega più importante del football americano. Jeff Bezos, l’uomo Amazon e il più ricco magnate al mondo, è sul punto di allargare il giro dei propri interessi economici anche alla National Football League. Da giorni i media americani lo piazzano nelle vicinanze dei Seattle Seahawks, franchigia a breve sul mercato per la morte del proprietario, un altro riccone della finanza americana, Paul Allen, il cofondatore di Microsoft.

 

L’ultima acquisizione a svariati zeri di Bezos è stata il Washington Post, uno dei quotidiani più autorevoli negli Stati Uniti, per 250 mln di dollari. Ma per un posto al tavolo della Nfl servirà ben altro. Perché la Nfl concentra circa 85 mld di dollari in appena 15 proprietari, confermandosi la Lega sportiva più ricca del mondo, un microcosmo da 144 miliardi di dollari nel 2018 secondo i dati espressi dall’istituto Nielsen, con un minispot televisivo mandato in onda durante le pause di gioco del Superbowl (la finale del campionato nazionale) che costa alle multinazionali svariati milioni di dollari e una platea di appassionati sui dispositivi mobile cresciuta del 109% rispetto all’anno precedente, secondo uno studio dell’industry analyst Conviva.

 

Un tesoro, dunque, anche se il trend di crescita della Nba potrebbe portare a colmare nei prossimi dieci anni il divario tra football e basket. L’obiettivo del Commissario della Nfl, il più volte discusso Roger Goodell, è di 25 miliardi di dollari di entrate entro il 2027, con un tasso di crescita annuale intorno al 6%.

 

In attesa di Bezos, il più ricco della Nfl è David Lipper, Carolina Panthers, nei dintorni della top 100 dei più ricchi al mondo con un patrimonio stimato da 12 miliardi di dollari, partito come analista del credito a Goldman Sachs e ora re degli hedge fund. Al secondo posto c’è Stan Kroenke, patron dei Los Angeles Rams, patrimonio da quasi 10 miliardi di dollari, poi Shahid Khan (patrimonio, 8,6 miliardi di dollari) dei Jacksonville Jaguars, una fortuna messa assieme nell’hospitality e nell’industria automobilistica. E nella top ten figurano altri colossi come Jerry Jones (8,5 miliardi di dollari), il gran capo dei Dallas Cowboys, la franchigia sportiva che vale di più al mondo, oltre cinque miliardi di dollari (e acquistata 30 anni fa a 140 milioni di dollari), oppure Robert Kraft, Washington Redskins (6,9 miliardi di dollari).

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.