30 Gennaio 2020

Aeroporto Fiumicino, record passeggeri nel 2019

Morena Pivetti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Sono stati i voli con la Cina, il Nord America e la Russia a consegnare all’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma un nuovo record di passeggeri: nell’ultimo anno hanno raggiunto i 43,5 milioni, con un aumento dell’1,3%, rafforzando il già consolidato primato di Fiumicino tra gli aeroporti italiani e confermandolo come primario hub europeo per la connettività internazionale. Intanto, proprio in questi giorni, la ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, ha visitato il cantiere per la realizzazione dell’ampliamento del Terminal passeggeri verso est, con la costruzione del Molo A e Avancorpo del T1 per un investimento che vale quasi 300 milioni di euro.

Motore dello sviluppo nel 2019 è stato il mercato internazionale, cresciuto di oltre 900mila passeggeri rispetto al 2018: ad aumentare giri e velocità è stata, in particolare, la componente Extra Schengen, che è salita del 4% ed è diventata per la prima volta il primo mercato per volumi di traffico, superando sia il segmento domestico che il segmento Schengen. A decretare il nuovo record ha contribuito l’ingresso di 6 nuove compagnie aeree che hanno spinto lo scalo romano a posizionarsi al secondo posto tra gli aeroporti europei per numero di vettori operativi: con circa 100 compagnie che hanno regolarmente volato nel 2019 Fiumicino è risultato secondo solo a Parigi Charles de Gaulle.

I migliori risultati in termini di aumento di traffico di lungo raggio sono arrivati dall’Estremo Oriente, in particolare dalla Greater China che ha raggiunto i 900 mila passeggeri: grazie al debutto della nuova compagnia aerea Sichuan Airlines ed all’avvio di 3 nuove destinazioni (Chengdu, Hangzhou, Shenzhen) nel 2019 i voli diretti sono cresciuti del 17% rispetto al 2018. Il successo dei collegamenti con la Cina ha consentito di estendere la rete servita a 12 destinazioni, confermando il posizionamento del Leonardo da Vinci tra i primi 3 aeroporti in Europa per destinazioni e per numero di compagnie operanti nello scalo.

Altra area geografica artefice del successo romano è stata il Nord America, che ha registrato un forte aumento di traffico, +8% di passeggeri, grazie all’avvio dei nuovi voli di Alitalia su Washington, di Norwegian su Boston e alla massiccia presenza dei 3 principali player statunitensi: American Airlines, Delta, United. Non meno importante è stata la crescita di entrambi i vettori canadesi, Air Transat e Air Canada, che hanno aumentato il proprio operativo invernale su Toronto. Questi trend hanno consentito allo scalo di raggiungere il record assoluto di passeggeri trasportati, sfiorando i 3 milioni e mezzo, con 15 aeroporti in USA e Canada connessi direttamente con Fiumicino.

Terzo protagonista dell’andamento del 2019 per il breve-medio raggio Extra Schengen, è stata la Russia, che ha raggiunto il milione di passeggeri, con un incremento di traffico superiore al 21% rispetto al 2018 con 6 compagnie aeree che volano nel Paese. I collegamenti hanno avuto un sensibile ampliamento e con il nuovo volo di Pobeda da Mosca Vnukovo ora Fiumicino è collegato con tutti i principali scali della capitale russa e si colloca al primo posto tra gli aeroporti europei per numero di compagnie operanti sulla Russia e tra i primi 3 scali per destinazioni.

Aeroporti di Roma (ADR), la società di gestione dello scalo, sottolinea infine la forte crescita verso l’Ucraina che, con i nuovi voli per Kharkiv e Odessa, nel 2019 ha raggiunto il record di destinazioni, con collegamenti diretti verso i 5 maggiori aeroporti del Paese. Negli ultimi 3 anni i passeggeri sono più che raddoppiati e nel 2019 hanno superato quota 300mila, segnando una crescita di oltre il 22% rispetto al 2018.

Tornando all’ampliamento dell’aeroporto, l’investimento previsto è di circa 270 milioni di euro: i lavori riguardano l’ampliamento della superficie fino a 32.000 mq su due livelli, nuovi finger per imbarco/sbarco passeggeri, nuove sale di imbarco, 2 nastri bagagli aggiuntivi. La realizzazione di queste opere consentirà la gestione, con criteri di efficacia e qualità, di circa 6 milioni di passeggeri.

Il presidente di ENAC, Nicola Zaccheo, e il direttore generale Alessio Quaranta, che hanno accompagnato la ministra De Micheli nel sopralluogo insieme all’amministratore delegato di ADR Ugo de Carolis, hanno evidenziato come i lavori siano ad un punto avanzato di realizzazione: se il cronoprogramma verrà rispettato l’obiettivo è aprire entro l’estate prossima.

“Queste opere contribuiscono ad aumentare ancora la qualità dei servizi offerti all’utenza – ha commentato il Presidente Zaccheo – che ha già raggiunto un livello riconosciuto e apprezzato, come attestano i numerosi premi ricevuti. Questo è solo uno dei tasselli verso un totale adeguamento delle infrastrutture che dovrà permettere a Fiumicino, porta d’ingresso all’Italia, di competere con altri hub del Mediterraneo. Soltanto una programmazione strategica e di visione ci consentirà di svolgere un ruolo di primo piano in Europa e soddisfare il notevole aumento della domanda di traffico prevista nei prossimi decenni”.

“L’obiettivo che ci siamo posti è inaugurare la nuova infrastruttura entro questa estate, – ha dichiarato l’Ad Ugo de Carolis –, un obiettivo ambizioso ma siamo fiduciosi di riuscire a rispettarlo. La realizzazione di questa nuova area di imbarco permetterà all’aeroporto di Fiumicino di aumentare sensibilmente il comfort dei passeggeri. L’area di imbarco A accoglierà 13 nuovi gate dotati di loading bridge, 10 gate remoti e un’area commerciale con il meglio del Made in Italy. Stiamo realizzando tutto questo senza consumo di suolo e con la massima attenzione all’ambiente, coniugando design e tecnologia con le più avanzate performance ambientali ed energetiche”.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.