Advertisement

18 Maggio 2020

La Rome Business School allarga i propri confini

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La Rome Business School potenzia la sua rete, esporta il suo modello formativo in altri Paesi e attiva nuove collaborazioni. Così , la business school a maggior presenza internazionale in Italia, parte del network Planeta Formación y Universidades creato nel 2003 da De Agostini e dal Gruppo Planeta, reagisce alla crisi dell’emergenza Coronavirus.

 

In questa fase difficile, oltre a garantire il normale svolgimento della didattica in Italia e la piena funzionalità di tutti i programmi in corso, Rome Business School ha messo a disposizione la sua infrastruttura tecnologica di formazione a distanza alla sua rete di partner internazionali con l’obiettivo di condividere il proprio know how in una logica di responsabilità sociale d’impresa.

 

Questo supporto ha consentito di attivare programmi formativi in diverse aree disagiate. Tra questi, è stata appena avviata una prima sessione dell’International Mba in Myanmar con classi virtuali di studenti italiani e del sud-est asiatico, nel quadro della partnership con il Webs College di Rangoon. Il programma di studi prevede l’alternanza di lezioni online tenute da docenti del campus di Roma e di professionisti del college birmano.

 

I programmi didattici della Rome Business School hanno raggiunto anche Damasco in Syria in particolare con il master in political marketing e l’Advanced business diploma propedeutico al master in Business administration. I percorsi, realizzati in collaborazione con l’Mhrg group international (Management & human resource group international) si svolgono simultaneamente sia in collegamento dall’Italia che dalla Syria, riscuotendo il gradimento di studenti e docenti locali a cui offrono l’occasione di apprendere metodi di insegnamento innovativi. Da segnalare anche il passaggio alla didattica online degli studenti dell’International Mba e dei master in Gestione delle risorse umane, marketing e vendite ed Agribusiness management in Nigeria, dove più di 80 nuovi studenti potranno frequentare, per la prima volta, le lezioni interattive da casa, tramite piattaforme di comunicazione virtuale di ultima generazione.

 

“La nostra scuola collabora con 31 università partner internazionali, conducendo nello specifico attività di consegna della maggiore parte dei programmi – afferma Antonio Ragusa, fondatore della Rome Business School – La collaborazione diretta dell’istituto con queste realtà consente agli studenti di ogni singola nazione di accedere alla formazione italiana ottenendo una certificazione di valenza europea direttamente dal proprio paese d’origine, offrendo l’accesso anche ad una doppia certificazione. Si tratta di un’attività internazionale veramente molto estesa con alcune realtà particolarmente attive come nel caso di Pace University Usa, Amos sport business school in Francia, Valencian international university e Eae business school in Spagna, Cyprus institute of marketing di Cipro, Don Bosco school of management, India e molti altri ancora. La risposta dei nostri partner anche in una fase così delicata conferma la predilezione di molti paesi Europei e mondiali per l’istruzione italiana e che ci fa sperare in un futuro dell’educazione del nostro paese destinato a crescere sempre di più oltre i confini territoriali”.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.