WBF

Lo tsunami del Coronavirus sulle startup

startup coronavirus tsunami
Aboca banner articolo

L’epidemia di Coronavirus è stata come una grande onda che ha diviso il mondo delle startup. C’è chi è stato travolto e chi, invece, ha visto crescere esponenzialmente il proprio business. Ne abbiamo parlato con Davide Dattoli, founder di Talent Garden. La versione completa di questo articolo, a firma di Carlotta Balena, è disponibile sul numero di Fortune Italia di giugno.

 

Aprile è il più crudele dei mesi, scriveva T.S. Eliot, e quello 2020 è stato come un maremoto che alcune terre ha sommerso e altre ha fatto emergere. La primavera che sta per concludersi per alcune startup è stata un lungo inverno buio, per altre l’esplosione di una estate caldissima. Il periodo del lockdown è finito ma i suoi effetti, nel bene e nel male, si faranno sentire adesso. Le startup – tutte, sia quelle che hanno decuplicato gli ordini, sia quelle che hanno arrancato e dovranno cambiare strategie e paradigmi – dovranno essere le grandi protagoniste dell’economia post-epidemia, quella che sarà costruita sugli imperativi della nuova società digitale, smart, touchless. Il Coronavirus ha accelerato i processi di digitalizzazione delle aziende come non erano riusciti a fare i Ceo e i Cdo (i meme, sul tema, si sono sprecati).

 

L’emergenza è stata una sveglia per l’Italia che arrancava agli ultimi posti delle classifiche sulla penetrazione del digitale in aziende e pubblica amministrazione, che rimandava il problema del digital divide e delle infrastrutture, che sottofinanziava ricerca e innovazione.

 

Il maremoto è finito, ora è il tempo della conta dei danni. “Abbiamo subito spostato tutto online, abbiamo ripensato totalmente quella che era la nostra community, portato tutti i corsi di formazione sul web”, spiega a Fortune Italia Davide Dattoli, ceo e founder di Talent Garden (Tag), la grande rete europea di campus per il co-working e per la formazione su tematiche digitali.

 

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di giugno. Si può comprare in edicola e in versione digitale, oppure ci si può abbonare ai link di seguito:

 

ABBONAMENTO CARTACEO

 

ABBONAMENTO DIGITALE

 

Comprate giornali e riviste, in edicola e online, abbonatevi se ne avete la possibilità. È l’unico modo per sostenere l’informazione anche in una fase difficile come quella che stiamo vivendo.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.