Advertisement

23 Giugno 2020

Chi è il primo asiatico tra le 10 persone più ricche al mondo

Carlotta Balena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Si chiama Mukesh Ambani, ha 63 anni, e un patrimonio stimano di 64,5 miliardi di dollari, stando al Bloomberg Billionaires Index: è diventato il primo uomo d’affari asiatico a entrare nella classifica delle 10 persone più ricche al mondo. Ambani si posiziona, infatti, al nono posto dell’Indice che viene stilato dall’agenzia finanziaria Bloomberg, avendo superato Larry Ellison di Oracle Corp. e l’ereditiera francese Francoise Bettencourt Meyers.  

 

Il patrimonio di Ambani ha avuto un leggero colpo durante la pandemia, ma tuttavia le sue società sono fiorenti. Ambani è il presidente e socio Reliance Industries, che ha la proprietà di Jio Platforms, società su cui Facebook ha recentemente investito 5,7 miliardi di dollari. Ambani possiede il 42% di Reliance e Jio è la sua gallina dalle uova d’oro, che negli ultimi due mesi ha attirato investimenti per 15 miliardi di dollari.  

 

Mentre l’economia indiana è stata fortemente colpita dall’economia di Coronavirus e dal conseguente lockdown “le società di Mr. Ambani (in particolare la telco Jio) hanno prosperato, e il suo patrimonio personale è cresciuto in maniera sostanziale” ha detto Jayati Ghosh, presidente del Centre for Economic Studies and Planning all’Università Jawaharlal Nehru. Una ulteriore prova delle profonde disuguaglianze sociali ed economiche che ancora caratterizzano l’India, dove il 10% delle persone più ricche detiene oltre i tre quarti della ricchezza totale. 

 

Ambani è entrato negli affari di famiglia nei primi anni 80 quando suo padre, Dhirubhai Ambani, lo ha fatto tornare in India dalla Stanford Business School per affidargli la supervisione di alcuni lavori edili. Gli Ambanis sono passati dall’acquisire impianti petrolchimici e raffinerie di petrolio alla trasformazione della società in un impero del tessile e dell’energia. In seguito alla morte di Dhirubhai di ictus nel 2002, è nata una faida tra Mukesh e suo fratello Anil per l’eredità, non essendoci testamento. I due fratelli hanno diviso così l’azienda di famiglia: Mukesh ha mantenuto il controllo sulle attività di raffinazione, petrolchimica, petrolio e gas e tessili, mentre Anil ha assunto le attività di telecomunicazioni, gestione patrimoniale, intrattenimento e produzione di energia. Nel 2013, i fratelli hanno annunciato un patto da 220 milioni di dollari per condividere una rete in fibra ottica, il loro primo accordo dalla divisione dell’impero Reliance.

 

Il tycoon indiano vive con la sua famiglia in un grattacielo di 27 piani a Mumbai che si dice gli sia costato 1 miliardo (ponendolo tra le abitazioni più costose al mondo). Il grattacielo è conosciuto come Antilia, ha tre piste di atterraggio per elicotteri sul rooftop, un parcheggio di 168 posti e un cinema da 50 poltrone. Per non parlare della sala da ballo con lampadari di cristallo, la palestra e la Spa. La famiglia Ambani ha fatto parlare di sé nel 2018 per aver organizzato uno dei matrimoni più sfarzosi dei tempi recenti, che ha contemplato anche un concerto privato di Beyoncé e numerosi ospiti celebrità tra cui Hilary Clinton e Arianna Huffington. 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.