Advertisement
Cdp Banner Interno

9 Settembre 2020

Qualcomm e Motorola: con il Covid il 5G è diventato essenziale

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Questo articolo è a firma di Cristiano Amon (presidente di Qualcomm) e Sergio Buniac (presidente di Motorola). Da tempo Qualcomm e Motorola lavorano insieme sul 5G.

 
 

Sebbene il 2020 abbia portato con sé sfide che nessuno si aspettava, i recenti progressi tecnologici hanno consentito alle aziende di tutto il mondo di reagire e adattarsi rapidamente, per quanto si trovassero in un territorio inesplorato. Che si tratti di passare a riunioni virtuali o di gestire aziende da remoto, abbiamo assistito a un netto cambiamento nel modo in cui lavoriamo e, contemporaneamente, nel comportamento dei consumatori.

 

L’aumento dello streaming e degli acquisti online e la minore socializzazione tra persone hanno portato alla crescente necessità dei consumatori di avere a disposizione un modo affidabile e veloce per comunicare virtualmente sia a livello personale che professionale. Negli Stati Uniti, si stima che più della metà dell’attuale forza lavoro svolga il proprio ruolo a distanza e che tre lavoratori statunitensi su cinque che hanno svolto il proprio lavoro da casa durante la pandemia preferirebbero continuare a farlo.

 

Questo cambiamento nel modo in cui i consumatori lavorano, socializzano e consumano prodotti e servizi sta costringendo i produttori a ripensare a come risolvere uno dei più grandi punti dolenti del mondo dei consumatori: rimanere connessi. Prima del 2020, le aziende del settore tecnologico stavano investendo pesantemente, ricercando e sviluppando la prossima generazione di connettività: il 5G. Questa nuova tecnologia offrirà ai consumatori numerosi vantaggi, tra cui velocità paragonabili a quelle della fibra ottica, connessioni più affidabili, streaming più fluido e videochiamate con meno buffering. Il primo telefono con capacità 5G è stato introdotto da Motorola poco più di un anno fa, utilizzando i primi chipset 5G commerciali di Qualcomm Technologies. Entrambe le società trarranno vantaggio da un maggiore utilizzo dei prodotti 5G.

 

Ma questo è il futuro. A che punto siamo oggi? Le aziende tecnologiche e gli operatori del settore stanno prendendo parte all’espansione del 5G su scala globale. Una previsione di Ericsson suggerisce che l’adozione del 5G sarà significativamente più veloce di quella dell’LTE (4G) nel 2009, quando la tecnologia divenne per la prima volta mainstream. Con il 25-30% dei consumatori che si prevede continuerà a lavorare da remoto per più giorni alla settimana entro la fine del 2021, la domanda diventa: come aiutiamo i consumatori a rimanere connessi?

 

I produttori di dispositivi mobili possono affrontare gli attuali ostacoli all’adozione del 5G creando prodotti che coprono varie fasce di prezzo e consentono agli utenti di connettersi alle cosiddette reti 5G sub-6 o mmWave, il che significa che sono collegati a qualsiasi tipo di tecnologia 5G disponibile nei rispettivi mercati. Mentre i primi smartphone 5G erano offerti con una compatibilità dello spettro ristretta e avevano prezzi premium, quelli lanciati nel 2020 stanno raggiungendo una base di consumatori più ampia. Tuttavia, ampliare semplicemente la gamma di dispositivi e reti 5G non risolverà l’attuale esigenza dei consumatori di rimanere sempre connessi. L’industria tecnologica deve sviluppare altre applicazioni 5G che avranno un impatto quotidiano sul consumatore.

 

Un modo per farlo è aprire le porte alla telemedicina su scala globale. Assistendo virtualmente le consultazioni e gli interventi chirurgici a distanza, il 5G aiuterà gli operatori sanitari a offrire l’accesso remoto alle cure di cui i pazienti hanno bisogno, oltre ad alleviare alcuni dei costi associati. La rete 5G fornirà inoltre ai pazienti strumenti di monitoraggio che misurano i segni vitali, l’efficacia dei farmaci e altro ancora, offrendo ai medici una visione più accurata e in tempo reale delle informazioni di un paziente e fornendo un’esperienza di assistenza più personalizzata.

 

Il 5G può anche aiutare l’esperienza di acquisto dei consumatori a diventare sempre più virtuale, con migliori esperienze di realtà virtuale e aumentata. Ad esempio, gli acquirenti potranno provare i vestiti e scegliere i mobili senza mai toccare i prodotti o uscire di casa.

 

Così come il 4G ha impiegato del tempo per abilitare il tracciamento GPS e lo streaming in tempo reale, l’intera gamma dei vantaggi del 5G deve ancora essere realizzata. Anche se resta ancora molto lavoro da fare, siamo fiduciosi che entro la fine del 2020 vedremo il 5G raggiungere più persone in più luoghi. Una volta fatto, le opportunità che derivano dal 5G saranno su scala globale.

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.