Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement

22 Dicembre 2020

Ferretto Group-illimity, andare avanti nonostante l’emergenza

Fortune

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Stabilimenti in Italia, in India, in Bosnia, e, grazie a una nuova partnership, anche in Cina. Una capacità produttiva di oltre 24.000 tonnellate di scaffalature all’anno, più di 150.000 installazioni in giro per il mondo e oltre 1.700 magazzini verticali rotanti ad alto tasso di automazione: sono i numeri (alcuni) di Ferretto Group, storia imprenditoriale lunga 60 anni nata a Vicenza dall’intuizione del fondatore Giancarlo Ferretto che oggi ha preso forma in un leader internazionale del settore delle scaffalature.

 

Con il timone passato da Giancarlo al figlio Riccardo, i dipendenti sono quasi 300 solo nel quartier generale. “I sistemi di magazzinaggio automatico sono il nostro core business”, dice l’attuale Ad. I ricavi hanno raggiunto i 100 milioni di euro, in un mercato che cresce a ritmo di percentuali a due cifre anno su anno grazie alla spinta fornita dall’industria 4.0 e che vede alte percentuali di export per la produzione. La pandemia e il blocco delle attività, quest’anno, hanno richiesto una partnership: quella con la banca illimity, che struttura e finanzia un’operazione da 10 milioni di euro.

 

“L’emergenza non ci ha fermato”, dice l’Ad. “Abbiamo cercato un partner che credesse nei nostri prodotti e nel nostro mercato”, e ora il finanziamento, “unito all’apporto di equity della famiglia, ci permetterà di raggiungere quegli ambiziosi obiettivi che ci siamo dati”.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.