Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
Teva

Verso, un anello per controllare pc e smartphone con i gesti

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Controllare i propri dispositivi elettronici utilizzando solo i gesti, senza mai toccarli. Una possibilità preziosa per chi utilizza quei dispositivi per creare: dagli architetti ai musicisti. Per questo è stato realizzato Verso, un dispositivo wearable, cioè da indossare, tutto italiano, con il quale vengono tracciati in tempo reale i movimenti che compiamo con le mani e tradotti in azioni che sono poi trasmesse ai dispositivi che utilizziamo, siano essi computer o smartphone, purché dotati di bluetooth.

L’idea di Verso nasce per facilitare le attività quotidiane dei creativi: artigiani, gamer, musicisti, architetti, designer e persino piloti di droni. Indossando l’anello, è possibile memorizzare in una “libreria” digitale una serie di gesti, ciascuno corrispondente a un’azione. Quegli stessi gesti, poi, sono utilizzati per controllare i comandi all’interno del software che si sta usando, senza bisogno di mettere le mani sulla tastiera.

Ecco allora che, con Verso, attraverso semplici movimenti precedentemente registrati, un musicista può aprire o chiudere un filtro in Ableton, un architetto può creare shortcut con Archicad o, ancora, è possibile interagire con i gesti per far avanzare le diapositive.

Nato nel 2017 da un team di creativi, Verso è il primo controller gestuale universale sviluppato da un’idea di Michele Franzese e Alessandra Santoro, founders dell’agenzia Scai comunicazione, e dagli ingegneri Nicholas Caporusso e Donato D’Andrea con l’aiuto di consulenze di musicisti, designer e artisti a vario titolo. “È un prodotto fatto da creativi per creativi” dice infatti Caporusso, cofounder di Verso. Un concentrato di tecnologia leggerissimo e con sensori avanzati disponibile in 6 colori e 5 misure. Con una ricarica tramite l’USB di 40 minuti, Verso garantisce una durata fino a 8 ore di lavoro.

“Con Verso abbiamo voluto colmare una lacuna: quella che c’è ancora tra le persone e i devices che usano – spiega Caporusso – In media le persone hanno sempre più di 3 dispositivi connessi e il numero è in aumento. Ma l’interazione tra uomo e macchina è ancora complessa, mediata, in una parola: obsoleta. Quando abbiamo concepito Verso, volevamo colmare questa lacuna e potenziare la creatività delle persone migliorando il modo in cui interagiscono con il mondo digitale. Ecco quindi questo anello, l’anello di congiunzione tra il mondo umano e quello digitale”.

Dopo una campagna di equity crowdfunding che ha aiutato il team di Verso in tutta la fase di sviluppo e dopo aver partecipato al CES di Las Vegas, la più grande fiera dedicata alla tecnologia e all’innovazione, oggi Verso si prepara al debutto in società, previsto per metà 2021.

Microsoft Banner Articolo
Innova Finance
box amgen

Leggi anche

box amgen
Milteny Banner 1
Milteny Banner 2

I più letti