Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement Advertisement
data facrto

Ambizione Italia, Microsoft: Competenze digitali per 3 milioni di persone

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Silvia Candiani Microsoft Italia Businessperson of the year

Dall’inizio del progetto, nel 2018, si attestano a quota 1 milione le persone raggiunte dalle iniziative di formazione e riqualificazione professionale parte del piano Ambizione Italia #DigitalRestart di Microsoft. Il risultato è stato svelato durante il Microsoft Skilling Day, una giornata dedicata alle iniziative di Microsoft Italia e dei suoi partner a supporto della diffusione di competenze digitali. Ora l’obiettivo dell’azienda è quello di arrivare a formare 3 milioni di italiani entro il 2023.

Il digitale ha giocato un ruolo chiave dopo l’arrivo della pandemia, garantendo continuità a imprese, PA, governi e cittadini. Il mercato del lavoro è senz’altro uno degli ambiti più impattati da questa trasformazione: questa nuova normalità più digitale, dice Microsoft Italia, ha creato nuove professioni, facendo emergere con evidenza la necessità di nuove competenze a tutti i livelli: da quelle di base per continuare a lavorare in scenari remoti a quelle più avanzate per gestire nuove opportunità di business legate alle nuove tecnologie e nuovi modelli di lavoro.

Già dal 2018, con il piano Ambizione Italia #DigitalRestart, Microsoft Italia ha avviato molti programmi sul territorio nazionale per aumentare la diffusione di competenze digitali tanto richieste dal mondo del lavoro: dalle iniziative per il mondo Education con “Ambizione Italia per la Scuola” con Fondazione Mondo Digitale fino alle tante Tech Academy realizzate con i partner a livello locale sulle tecnologie innovative per formare i professionisti.

L’Italia vive un paradosso unico nel suo genere, secondo Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. “Da un lato abbiamo un’importante richiesta da parte delle aziende di professionisti qualificati, dall’altro, il nostro tasso di disoccupazione resta tra i più alti in Europa. È stato calcolato per esempio che nel 2024 serviranno 1,5 milioni di specialisti ICT mentre nei prossimi 5 anni, 2,7 milioni di posti di lavoro richiederanno nuove competenze, di cui oltre il 50% saranno skills digitali. La formazione nel digitale è quindi la chiave per ridurre lo skills mismatch e tornare a crescere e a essere competitivi”.

Adesso il programma Ambizione Italia si sta arricchendo con nuove iniziative. Ad esempio, una nuova collaborazione con Fondazione Mondo Digitale, i Centri di orientamento al lavoro di Roma, e le città di Bari e Palermo per formare giovani e persone in cerca di occupazione sul territorio sulle nuove competenze digitali. Il programma si rivolge in prima istanza agli operatori dei Centri, che ricevono una formazione sull’uso consapevole degli strumenti digitali per l’orientamento, la ricerca di lavoro e l’auto-promozione degli utenti, anche a distanza.

Grazie alla collaborazione con ANPAL, il progetto si rivolge anche ai Neet del piano Garanzia Giovani per formare figure specializzate nella digitalizzazione delle PMI. L’obiettivo è quello di offrire a ragazze e ragazzi tra i 14 e i 29 anni un’opportunità di formazione specifica sulle nuove tecnologie.

Altra iniziativa annunciata da Microsoft è il rinnovo del progetto globale e locale con LinkedIn e GitHub per percorsi di formazione online sui profili professionali più richiesti dal mercato. Finora questa iniziativa ha raggiunto più di 350.000 persone in Italia e 30 milioni nel mondo, che hanno così potuto lavorare sulle proprie competenze digitali. Powerapps (piattaforma per lo sviluppo di applicazioni per le aziende), Analytics e Cloud Computing i contenuti più fruiti online tra tutte le risorse e i contenuti Microsoft.

Tra le novità annunciate da Microsoft, i corsi di formazione allineati con i 10 profili professionali più ricercati dalle aziende saranno gratuiti per tutto il 2021 con accesso a risorse Microsoft, LinkedIn e GitHub per aiutare le persone a sviluppare le competenze richieste dal mercato del lavoro. È stato esteso alla fine del 2021 l’accesso a costi ridotti alle certificazioni Microsoft in linea con i 10 profili professionali più richiesti.

Viene poi introdotto il Microsoft Career Connector, una piattaforma online che contribuirà al collocamento di 50.000 persone alla ricerca di un lavoro che richiede competenze tech nei prossimi tre anni. Questa piattaforma si concentrerà in particolare su quegli studenti che hanno seguito percorsi con NGO e partner Microsoft. Create poi nuove funzionalità più inclusive e personalizzate all’interno dei propri profili LinkedIn per aiutare le persone in cerca di lavoro, così come i Creator, i freelance e i professionisti della PMI, a mettere in risalto le proprie competenze e a raccontare al meglio il proprio percorso attraverso una serie di nuove funzionalità di LinkedIn come Storia di copertina e la modalità Creatore di contenuti.

“La pandemia ha allo stesso tempo creato nuovi ostacoli, ma anche nuove opportunità, nel mondo del lavoro. Aiutare le persone ad acquisire nuove competenze e a valorizzarle al meglio al cospetto di un potenziale datore di lavoro, diventano elementi chiave per aiutare i professionisti a cogliere nuove opportunità di lavoro. Allo stesso modo, incoraggiare le aziende a ripensare il modo in cui assumono, concentrandosi sulle capacità e sul potenziale di un candidato, tanto quanto sulle sue qualifiche formali ed esperienze, sarà fondamentale per garantire una ripresa equa e costruire insieme economie più resilienti”, afferma Marcello Albergoni, Country Manager di LinkedIn Italia.

Il Microsoft Skilling Day è stata anche un’occasione di mostrare le ultime iniziative di PHYD, digital ventures di The Adecco Group che combina una piattaforma digitale basata sul Cloud Computing e l’Intelligenza Artificiale di Microsoft con un hub in Via Tortona 31 a Milano. Da fine gennaio WINDTRE e PHYD hanno siglato una partnership che consente a collaboratori e dipendenti dell’azienda di tlc, di rafforzare lo sviluppo delle nuove competenze, con l’obiettivo di affrontare al meglio l’evoluzione del mondo del lavoro. Phyd mette, infatti, a disposizione il proprio know-how per co-creare, insieme a WINDTRE, eventi, contenuti, attività formative e opportunità di networking rivolti a dipendenti e collaboratori: importanti occasioni di confronto per interpretare le grandi trasformazioni del mercato.

Parte integrante del piano #DigitalRestart sono le Academy con i partner Microsoft, ovvero dei veri e propri corsi di formazione e percorsi per ottenere certificazioni sulle soluzioni Microsoft che l’azienda attiva con i partner su tutto il territorio italiano. Tra queste, Experis Academy che contribuisce alla formazione di profili specializzati nel settore ICT, attraverso master e corsi finanziati sui trend digitali come Cyber Security e Cloud Computing. In questa direzione, Microsoft Italia, Experis e Fondazione Mondo Digitale hanno annunciato una nuova collaborazione per accompagnare i neodiplomati e talenti fragili, ovvero studenti talentuosi che per ragioni economiche o particolari condizioni sociali non proseguono gli studi, in percorsi di formazione digitale e li supporta nel processo di selezione per Experis Academy, attraverso corsi preparatori.

Microsoft Italia ha inoltre avviato una nuova collaborazione con OGR Tech, uno dei primi poli a livello europeo dedicato all’innovazione digitale e al supporto alle imprese e Talent Garden, piattaforma leader in Europa per il networking e la formazione sul digitale, per lo sviluppo di percorsi formativi online volti alla formazione di figure altamente specializzate sui nuovi trend tecnologici e sempre più strategiche per le aziende. Tra questi il Master in Digital Product Management.

SAS ARTICOLO
SAS
anima news 2
Connect The Intelligent
Innova Finance
dhl

Leggi anche

SAS
anima news 2
dhl

I più letti