CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Inflazione, il Ceo di Rolls-Royce alza gli stipendi dei dipendenti

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Aboca banner articolo

I dipendenti di Rolls-Royce, una delle più grandi aziende produttrici del Regno Unito, ottengono un bonus di 2,000 sterline (2,455 dollari) e un aumento salariale per far fronte all’ “incertezza economica”. A rivelarlo è il Ceo di Rolls-Royce Warren East, che ha giustificato la decisione menzionando il pesante incremento del costo della vita.

“Stiamo vivendo tempi eccezionali”, ha dichiarato in una nota che delinea gli aumenti salariali, secondo il Financial Times. L’inflazione nel Regno Unito ha raggiunto un massimo da quarant’anni, registrando un aumento del 9% rispetto a maggio dello scorso anno. La guerra in Ucraina è il principale driver dell’inflazione britannica. Il conflitto ha infatti fatto salire i prezzi dell’energia in tutta Europa: i prezzi del gas e dell’elettricità nel Regno Unito sono aumentati rispettivamente del 53,5% e del 95,5% ad aprile, rispetto a un anno fa. I prezzi alti del petrolio hanno anche gonfiato i prezzi al consumo su tutta la linea, mentre lo stipendio medio britannico è sceso dell’ 1,2% in termini reali.

Rolls-Royce dice che emetterà il bonus una tantum a 14,000 dei suoi circa 20,000 dipendenti nel Regno Unito, coprendo 11,000 operai e 3,000 junior managers. Agli 11,000 dipendenti verrà anche offerto un incremento salariale del 4%, se il sindacato accetterà l’aumento. Secondo le stime di Rolls-Royce si tratta del piu grande aumento salariale annuale da un decennio a questa parte.

Warren East ha rivelato al personale che un “semplice aumento salariale” sarebbe “semplicemente non conveniente e irresponsabile”, affermando che il bonus da 2,000 sterline è un compromesso sull’offerta ai dipendenti di un pacchetto retributivo permanente più elevato. Nel loro insieme, East sostiene che l’aumento della retribuzione del 4% e il bonus di 2,000 sterline equivarrebbero a un aumento della retribuzione dei lavoratori del 9% per l’anno. Una cifra in linea con gli attuali tassi di inflazione, che salva l’azienda dall’impegnarsi in aumenti salariali oltre il 4% a lungo termine.

Dopo aver registrato una perdita operativa di 2,55 mld di sterline e un calo nei ricavi del 20%, Rolls-Royce è tornata in utile nel 2021, dopo aver tagliato 9,000 posti di lavoro dalla sua forza lavoro globale di 52,000 persone. La società ha registrato profitti per un valore di 152,20 mln di dollari nel 2021 e ha detto agli investitori a febbraio di essere ‘moderatamente’ positiva sui ricavi per l’anno a venire.

L’articolo originale è su Fortune.com

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.