CDP3Advertisement
CDP4Advertisement
WBF

Il cloud Oracle direttamente nei data center Vodafone: accordo pluriennale

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
cloud computing cloud pa psn
Aboca banner articolo

Modernizzare l’infrastruttura IT di Vodafone in Europa e accelerare la transizione cloud: in questo consiste l’accordo tra Vodafone, appunto, e Oracle. Un passo importante per la società tecnologica americana, con un aspetto da sottolineare: l’intera offerta di servizi cloud di Oracle verrà ospitata direttamente nei data center di Vodafone. Un cloud pubblico, insomma, ma a casa del cliente. In questo caso, il cliente è la più grande società di telecomunicazioni operante in tutta Europa e in Africa.

Secondo le due società, ora Vodafone potrà creare in tempi più rapidi nuove applicazioni basate sul cloud e, sfruttando la sua estensione geografica, potrà lanciarle in diversi mercati contemporaneamente. “Le aziende di telecomunicazioni stanno ripensando i propri modelli di business per innovare e monetizzare nuove opportunità su vasta scala”, ha dichiarato Clay Magouyrk, Executive Vice President di Oracle Cloud Infrastructure.

Nel quadro dell’accordo pluriennale, infatti, Vodafone modernizzerà e migrerà gran parte dei propri sistemi su OCI Dedicated Region. Si tratta di una cloud region totalmente gestita che eroga tutti i servizi di cloud pubblico Oracle, ma nel perimetro della rete e dei data center di Vodafone.

Questo significa che l’accordo offrirà a Vodafone una piattaforma dedicata per consolidare in cloud migliaia di database Oracle e di supportare e scalare i suoi sistemi più importanti, tra cui quelli di CRM e gestione degli ordini.

“I dati sono un fattore chiave per fare evolvere il nostro business, creare nuove funzionalità e innovare per soddisfare le esigenze dei nostri clienti. La collaborazione con Oracle è in linea con la nostra visione di diventare un’azienda di telecomunicazioni e tecnologia”, ha affermato Scott Petty, Chief Digital & IT Officer di Vodafone.

Oracle distribuirà delle OCI Dedicated Region (un servizio su cui l’azienda Usa punta molto, il cui potenziamento è stato annunciato nelle ultime settimane) nei data center principali di Vodafone che gestiscono le sue operations IT e di rete in Europa. La distribuzione dei servizi di infrastruttura cloud direttamente all’interno della rete e dei data center di Vodafone permetterà di modernizzare, gestire e automatizzare in modo flessibile i suoi principali sistemi sfruttando nuove tecnologie, ad esempio i servizi autonomi, e di soddisfare più facilmente i requisiti di latenza e prestazioni di tali applicazioni.

Inoltre, Vodafone disporrà di un facile accesso alle risorse di elaborazione che le consentiranno di dimensionare i servizi in modo dinamico – verso l’alto o verso il basso – in diverse aree geografiche a seconda delle sue esigenze di business e, al contempo, ridurre i costi operativi e ottemperare alle normative sulla residenza dei dati.

La collaborazione consentirà a Vodafone di perseguire i suoi obiettivi legati alla sua strategia Tech 2025: riduzione del time-to-market dei servizi, migiolre customer experience tramite servizi sempre attivi, e riduzione dei costi operativi grazie all’automazione.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
WBF
A2A

Ultim'ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.