WBF

Imprese, Biesse Group e l’importanza della flessibilità

biesse group
Aboca banner articolo

Dall’internazionalizzazione alla capacità di adattarsi ai cambiamenti: parla Roberto Selci, Ceo di Biesse Group. La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di settembre 2022.

Nata dall’intuizione del padre Giancarlo Selci e cresciuta grazie alla visione strategica del figlio Roberto, oggi Biesse Group è una multinazionale che vanta oltre 50 anni di esperienza nella produzione, progettazione e distribuzione di macchinari per la lavorazione di legno, vetro, pietra, metallo, materiali plastici e compositi per i settori furniture, housing, automotive e aerospazio, dal suo quartier generale nell’area industriale della città di Pesaro.

Alla base di questo successo c’è un mix di scelte imprenditoriali. A Roberto Selci, Ceo del gruppo, abbiamo chiesto di raccontarci il percorso di consolidamento di una società quotata al segmento Star di Borsa Italiana dal 2001.

“Siamo partiti da zero. Nel 1969, quando mio padre decise di avviare l’azienda, non c’era niente. Le possibilità erano tante, si trattava di cogliere al volo le occasioni, di avere un’intuizione. La lavorazione del legno rappresentava una novità assoluta. E non è un caso che l’azienda avesse la sua sede nel famoso distretto industriale dei principali marchi italiani Berloni, Febal e Scavolini. La richiesta – spiega Selci – aumentò poi a tal punto da rendere possibile in circa 20 anni l’internazionalizzazione del gruppo”.

Il passo successivo era avvicinarsi ulteriormente ai clienti e l’unico modo per farlo era attraverso il network. Oggi Biesse Group è solidamente presente in Europa, Nord America, America Latina, Middle & Far East Asia e Oceania, con sedi e persone sul territorio che permettono di essere sempre più vicini ai clienti ed elevare il livello di servizio offerto. Una rete internazionale che si sta rafforzando ulteriormente in mercati considerati strategici quali Giappone, Brasile e Israele. Ma tutto è partito dagli Stati Uniti alla fine degli anni ’80, quando Roberto Selci, appena approdato ai vertici dell’azienda di famiglia, aprì la prima filiale. “Le sedi all’estero – continua Selci – erano il nostro punto di forza, dovevamo crearne di nuove. Così abbiamo aperto al mercato asiatico, a Singapore. Negli anni ’90 abbiamo rafforzato la presenza in Spagna, Francia e Germania e poi abbiamo raggiunto Australia e Nuova Zelanda”.

Con i cambiamenti in atto nel panorama produttivo globale, è nata la necessità di un modello organizzativo di lavoro più snello e standardizzato. Prendendo ispirazione dai principi della filosofia ‘One company’, nel 2019, Selci avvia il progetto di riorganizzazione della struttura interna e internazionale: vengono superate le divisioni organizzate in compartimenti stagni applicando ai processi una logica trasversale in grado di facilitare le implementazioni dei progetti di sviluppo tecnologico, con l’obiettivo di essere sempre più flessibili ed efficienti e di adattarsi velocemente a contesti in continuo cambiamento.

“Durante la pandemia abbiamo letteralmente fatto i salti mortali per portare avanti il processo di riorganizzazione – spiega Selci – il nuovo modello di lavoro ci ha dato un vantaggio competitivo che si è rivelato fondamentale soprattutto per il core business della supply chain, che si è trovata a fare i conti con la mancanza dei container e con un mercato dei trasporti congelato. Abbiamo capito allora l’importanza di farsi trovare pronti a ogni cambiamento esterno. Solo con organizzazioni flessibili e resilienti in cui le persone siano messe nella condizione di poter agire con tempestività, saremo in grado di governare adeguatamente la discontinuità, adattandoci ai nuovi scenari in maniera proattiva”.

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di settembre 2022. Ci si può abbonare al magazine di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Leggi anche

CDP1Advertisement
CDP2Advertisement
IV Forum Health
WBF

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.