TIM
POSTE header

Bending Spoons raccoglie 340 mln di dollari. E investe anche Ryan Reynolds

ryan reynolds bending spoons.jpg
Poste banner articolo
Teva banner articolo

La fabbrica delle app Made in Italy cresce: Bending Spoons ha annunciato oggi di aver raccolto 340 mln di dollari di finanziamenti da investitori internazionali. Si tratta di una delle cifre più alte raccolte nel nostro Paese negli ultimi anni, e in generale un numero altissimo per l’ecosistema dell’innovazione italiano, ancora lontano da quelli di altri Paesi.

Fondata nel 2013, la scale up di Milano è una delle aziende tecnologiche più note in Europa, e ormai conta oltre 350 collaboratori da tutto il mondo. Si occupa di sviluppo di app (la più famosa rimane Immuni, per il tracciamento dei contagi durante la pandemia) principalmente utilizzate dai creator: “Sono entusiasta di ciò che Bending Spoons sta costruendo nella creator economy. Le loro app consentono a chiunque di diventare un genio creativo con il minimo sforzo” ha commentato Ryan Reynolds: l’attore e produttore (e co-fondatore della casa cinematografica e agenzia Maximum Effort) è tra gli investitori del nuovo round di Bending Spoons.

Luca Ferrari Bending Spoons
Luca Ferrari, cofondatore e Ceo di Bending Spoons

Infatti “tra i finanziatori figurano star internazionali nei settori della tecnologia, dei media, dell’intrattenimento e dello sport, oltre a Intesa Sanpaolo, Banco BPM e altri gruppi bancari e fondi italiani e internazionali”, fa sapere Bending Spoons.

La nostra missione è quella di avere un impatto positivo e di lungo periodo sui nostri clienti, sui nostri collaboratori e sulla società in generale. Siamo orgogliosi di lavorare su prodotti che fanno la differenza per milioni di persone” ha dichiarato Luca Ferrari, amministratore delegato e co-fondatore di Bending Spoons.

In un’intervista con Fortune Italia, questa estate Ferrari ha dichiarato che la fabbrica italiana di app nel 2021 ha fatturato 130 mln di dollari, dopo i 97 del 2020.

Tra le app più note di Bending Spoons c’è Splice, uno dei primi editor di video al mondo in termini di ricavi, e Remini, un editor di immagini basato su un’innovativa tecnologia di intelligenza artificiale che ha già permesso a decine di milioni di utenti in tutto il mondo di migliorare miliardi di fotografie. Le app dell’azienda italiana hanno registrato oltre 500 milioni di download e 90 milioni di utenti attivi al mese.

 “I creatori di contenuti hanno bisogno di tecnologie innovative che ridefiniscano continuamente ciò che è possibile. La passione di Bending Spoons per lo sviluppo di soluzioni creative mobile-first è il futuro, e io sono entusiasta di essere parte di questa avventura” così Kerry Trainor, fondatore di Creator Partners ed ex amministratore delegato di Vimeo e SoundCloud, anche lui tra gli investitori.

I fondi raccolti verranno utilizzati per finanziare innovazioni di prodotto, investimenti in marketing e potenziali acquisizioni. “È fantastico che la missione di Bending Spoons sia così apprezzata da Ryan, Kerry e tutti i nostri investitori” ha affermato Ferrari. “Il loro supporto ci rende ancora più entusiasti e fiduciosi verso il futuro di Bending Spoons e dei nostri prodotti”.

TIM sidebar
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Leggi anche

TIM sidebar
ABOCA sidebar
TEVA sidebar

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.