GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Se la tecnologia fa squadra: viaggio nei box Ducati-Lenovo

DUCATI LENOVO TEAM

Viaggio nei box del Ducati Lenovo Team: la scuderia che per la terza volta consecutiva si è aggiudicata il titolo costruttori della MotoGP, ha accelerato grazie alla tecnologia e al lavoro da remoto. Ecco come. La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di ottobre 2022.

CAMMINANDO nel paddock di Misano, circondati dal caos dei team di ingegneri delle varie scuderie che si riuniscono per pranzo nel venerdì di prime prove libere del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, Stefano Rendina, IT Manager di Ducati Corse, cerca di ricordare in quale Gran Premio è stato costretto a capire come far lavorare un ingegnere Ducati dalla camera d’albergo in cui era rimasto in quarantena, positivo a Covid.

Intanto, dalle ‘hospitality’ di ogni scuderia sale l’odore delle cucine e le chiacchiere (in italiano o spagnolo, le due lingue regine dei box del motomondiale) di piloti, ingegneri, addetti stampa. Davanti a una delle strutture c’è un dj set, e qualcuno balla. Davanti a un’altra due ragazze distribuiscono gelato. Il carrozzone del motomondiale è formato da centinaia e centinaia di persone, ed è sempre in movimento. Finito il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, che si tiene a Misano, dalla città romagnola spariranno anche le dispense: tutto, comprese le strutture, viene smontato, impacchettato, e rimontato nella sede del Gran Premio successivo.

“Jerez. Sì, Jerez”, ricorda Rendina, che si occupa di tutta l’informatica di Ducati Corse. Nel 2020, per il Gran Premio di Spagna a Jerez de la Frontera, sulla piattaforma di gaming Discord (che ha permesso all’ingegnere in quarantena di lavorare dalla sua stanza d’albergo) è nata quella bozza di lavoro da remoto che successivamente, con l’utilizzo delle tecnologie messe a disposizione dal ‘title partner’ di Ducati, Lenovo, sarebbe diventato il progetto ‘Remote garage’.

Nel box Ducati – Courtesy Ducati Lenovo Team

DA UN’ESIGENZA NATA quando il 35% del personale in pista doveva lavorare da remoto è nato un progetto che mette insieme decine di ingegneri, alle prese con giga e giga di dati da analizzare in pochi minuti dopo averli scaricati (in appena 40 secondi) dai 60 sensori posizionati sulle 8 moto (e gli 8 piloti) dei 4 team che usano le Desmosedici GP di Ducati.

Per questo è stato creato il Remote Garage: un’infrastruttura di oltre 250 desktop virtuali che consente agli ingegneri di accedere alla capacità di calcolo dei server da qualsiasi luogo, soprattutto dalla sede centrale di Borgo Panigale. Più moto significa più dati, ma anche meno tempo per analizzarli, per fare simulazioni e per dare un feedback al box, spiegano Luigi Dall’Igna, General manager di Ducati Corse, e Gabriele Conti, direttore Sistemi elettronici, sorridenti accanto a una delle Desmosedici GP del team.

Lo scopo del sistema è capire cosa potrebbe accadere quando si va in gara, dal meteo alle condizioni della pista. Motore, pneumatici, carenatura, posizione in sella del pilota: tutto può essere riprodotto su un computer, che elabora la configurazione ideale prima di arrivare in pista. Dal 2021, anno in cui Lenovo è diventata ‘title partner’ della scuderia di Borgo Panigale (dopo la partnership avviata già nel 2018), Ducati ha avuto a disposizione i server ThinkSystem: l’efficienza è aumentata del 25% e il tempo di decisione si è ridotto di un terzo, mentre è raddoppiato il numero di simulazioni possibili. Oltretutto, ci tengono a sottolineare nei box, le informazioni di ogni pilota vengono messe insieme con quelle degli altri 7: così aumenta la quantità di dati a disposizione di ognuno. Non è un caso se anche i team satellite di Ducati cominciano ad avvicinarsi ai livelli del team principale.

Nel box Ducati: Gabriele Conti, direttore Sistemi elettronici, e Luigi Dall’Igna, General manager di Ducati Corse, accanto a una delle Desmosedici GP del team – Courtesy Ducati Lenovo Team

La versione completa di questo articolo è disponibile sul numero di Fortune Italia di ottobre 2022. Ci si può abbonare al magazine di Fortune Italia a questo link: potrete scegliere tra la versione cartacea, quella digitale oppure entrambe. Qui invece si possono acquistare i singoli numeri della rivista in versione digitale.

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.