Unicredit aiuta i dipendenti italiani contro i rincari

Poste banner articolo
Aboca banner articolo

Unicredit premia i dipendenti italiani con 2.400 euro di cui 800 contro il carovita. Allo stesso tempo l’istituto raggiunge un accordo con i sindacati sul turnover con 850 nuovi ingressi a fronte di altrettante uscite volontarie entro il 2024. Il ricambio generazionale prevede l’assunzione di under 35 che verranno destinati alla rete commerciale. Un passo che ribadisce l’attenzione del gruppo ad investire nell’occupazione giovanile nel Paese. Per le uscite è previsto un scivolo per la pensione che può arrivare fino a 5 anni usando il Fondo di Solidarietà di settore. Saranno  prese in considerazioni le richieste dei dipendenti che maturano il requisito entro il 31 dicembre 2029.

Quanto al riconoscimento economico, oltre al bonus-rincari pagato a dicembre, si prevede la definizione anticipata del valore del premio collettivo di produttività 2022. L’importo è di 1.600 euro come welfare diviso in 1.510 euro (930 euro per chi sceglie il pagamento in busta paga) e un contributo per la polizza odontoiatrica di 88,70 euro.

Il riconoscimento concesso – spiega l’istituto – rappresenta un elemento di coesione sociale e un segno tangibile di apprezzamento per l’impegno profuso dai colleghi per il rilancio e il consolidamento della redditività“. L’accordo riguarda anche la formazione finanziata in azienda che viene valorizzata e resa centrale, le nuove figure professionali della rete commerciale e l’allineamento dei congedi parentali al contratto nazionale. Soddisfatti i sindacati. Si tratta di “un risultato di straordinaria rilevanza e valore, con un’attenzione reale dedicata all’occupazione giovanile, in un contesto di oggettiva complessità nel sistema Paese”, sottolinea il coordinatore Fabi nel gruppo Unicredit, Stefano Cefaloni.

Per la segretaria nazionale di First Cisl Sabrina Brezzo “il rapporto di 1 a 1 tra uscite ed entrate è un fatto di assoluto rilievo”. Dalla Fisac-Cgil si rileva, invece, come Unicredit possa “svolgere un ruolo fondamentale per la crescita del nostro Paese”. Rosario Mingoia, segretario responsabile Uilca Unicredit plaude ad “uno dei migliori” accordi “mai sottoscritti nel sistema”. E il segretario nazionale Unisin/Confsal, Massimiliano Lanzini, evidenzia come sia stata dimostrata “grande lungimiranza” da parte dei responsabili delle relazioni industriali.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.