Cerca
Close this search box.

Perfect Behaviors, Olivero: come espandere il vocabolario per descrivere il presente | VIDEO

Giorgio Olivero Fortune Italia

L’umano intangibile che si muove, si trasforma, viene reso (o forse no) vulnerabile dalla tecnologia. È la trasformazione della definizione di umano, in un mondo imperniato dalla raccolta dei nostri dati, quella esplorata attraverso la mostra ‘Perfect Behaviors. La vita ridisegnata dall’algoritmo, a cura di Giorgio Olivero, nello spazio delle OGR di Torino.

“Questa è una mostra collettiva i cui abbiamo sei installazioni di sei artisti, che definiscono un arcipelago intorno a un unico centro che è quello di come cambia la dimensione stessa dell’esistenza umana in questo nuovo ‘presente estremo’ – dice Olivero a Fortune Italia -. Sicuramente c’è una dimensione di grande spaesamento nel momento in cui ci risvegliamo ogni giorno in un mondo che viene cambiato dall’innovazione tecnologica. Questo genera un grande strappo di comprensione della realtà e di adattamento e anche un problema di linguaggio, ovvero di come riusciamo a descrivere la realtà contemporanea. Uno degli obiettivi della mostra è quello di aiutarci ad espandere il vocabolario per descrivere il nostro presente”.

perfect behaviors ogr torino
Toy Prototype di Geumhyung Jeong, Courtesy La Biennale di Venezia

Una vera e propria indagine sociale su come cambiano i comportamenti individuali e collettivi quando siamo costantemente classificati, misurati, simulati e riprogrammati. In un contesto basato sugli algoritmi, sull’ipotetica ubiquità dei nostri corpi sui mezzi digitali, la mostra esplora la collisione di persone e dati, mostra folle in comportamenti all‘apparenza perfetti e videogiochi che non hanno più bisogno di noi. Allo stesso tempo mette in dubbio l’idea di intelligenza artificiale sottolineando come, dall’altra parte degli strumenti, dell’hardware, ci sia sempre qualcuno di umano.

perfect behaviors ogr torino

Realizzata negli spazi dei Binari 1 e 2 delle OGR, ex officine per la riparazione dei treni, oggi polo culturale e di innovazione unico in Europa, la mostra fino al 25 giugno a Torino, restituisce ai visitatori narrazioni alternative al determinismo tecnologico dominante. Uno spazio per riflettere, insinuare, rendere incerto e plurale la versione del nostro futuro.

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.