Lilly H
Cerca
Close this search box.

Competenze e innovazione: il bilancio dell’Italian Insurtech Summit 2023/VIDEO

Competenze è la parola d’ordine per l’Insurtech. L’appuntamento annuale con l’Italian Insurtech Summit ha messo in evidenza la necessità di dotare di nuove risorse e nuove competenze il settore, che rappresenta il 7% del Pil nazionale.
Secondo una delle ultime ricerche di IIA, entro il 2025 è previsto l’inserimento di oltre 25 mila profili digitali all’interno dell’industria assicurativa. L’industry è raramente percepita in modo appealing dai nuovi talenti, ma deve ora dimostrarsi in grado di attrarli, è una necessità prioritaria.

La quarta edizione dell’evento italiano dedicato all’Insurtech ha chiuso i battenti registrando un importante successo in termini di affluenza e partecipazione dei maggiori attori del comparto:  9 giornate complessive di Summit – 4 in presenza e 5 full digital – 1600 presenze dal vivo, di cui 300 c-level di grandi compagnie e società del mondo insurance. 360 gli speaker che si sono alternati sul palco del Summit per delineare lo scenario assicurativo in Italia e le nuove sfide che il settore dovrà affrontare. Oltre 300 le aziende rappresentate – tra cui Generali, Telepass Assicura, Revo, Neossurance, WeFox, Tim – e oltre 40 istituzioni coinvolte nell’iniziativa.

Un’edizione sfidante, questa del 2023, come racconta il tema scelto, ovvero ‘Out of the Box’, nato dall’intento di aprire l’ecosistema insurtech, portarlo oltre la sua comfort zone per dargli nuova vitalità e valore.

“Posso dire, a conclusione di questa edizione, che la sfida è stata vinta e l’Insurtech è uscito dalla scatola in cui era stato rilegato. La grande affluenza ottenuta in questa quarta edizione di IIA Summit, e il valore dei partecipanti, dimostrano come l’innovazione digitale del settore assicurativo sia ormai al primo posto nelle esigenze di business dei principali player di mercato.” Ha dichiarato Simone Ranucci Brandimarte, Presidente e co-fondatore di IIA, che aggiunge: “Siamo giunti alla consapevolezza che senza innovazione digitale non può esserci competitività e oggi l’industria è chiamata a rispondere ad un ulteriore sfida, ossia la ricerca e l’attrazione di talenti, poichè il vero promotore di innovazione in una filiera sono sempre le persone, ed è per questo che è importante stimolare il loro interesse verso il nostro mondo.”

L’evento si impone anche come momento di riconoscimento delle eccellenze dell’Italian Insurtech, a cui è dedicato l’Italian Insurtech Awards 2023. TIM e Yolo sono stati insigniti del premio per l’Insurance Digital Transformation, mentre Wopta è stata premiata come Startup Insurtech of the Year. Il IIA Sustainability Awards è stato assegnato a Wide Group, come Broker of the Year, mentre il Looking Forward Broker è stato vinto da Assibro.

L’appuntamento per tutti gli operatori del settore è per la quinta edizione del Summit, nel 2024.

Federico Carturan – Ceo di RiskApp

 

Marco Giovannini – Chief Business Officer Insoore

 

Alessandro Bartolucci – Ceo e co-founder BeSafe Group

 

Matteo Mangiacavalli – Senior account executive Liferay

 

Gerardo Di Francesco – Co-founder Wide Group

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.