GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Quando comprare casa è impossibile: la classifica delle città più costose al mondo

san francisco california casa immobili tendopoli weinformweb_20240617112041144_3a7873452ca0cb224a8b65ec45d6c400.jpg

Se comprare casa diventa un sogno irrealizzabile: ci sono mercati immobiliari inaccessibili, e poi ci sono mercati immobiliari impossibili. Quattro di questi sono in California, secondo un recente studio.

La crisi abitativa rappresenta un ostacolo all’eguaglianza economica, e il Golden State rischia di soffrire di una stratificazione particolarmente acuta, secondo il rapporto annuale Demographia International Housing Affordability prodotto dalla Chapman University in California e dal Frontier Center for Public Policy in Canada.

“Gli alti prezzi delle case, rispetto ai redditi, stanno avendo un impatto decisamente feudale sulla California, e le vittime principali sono i giovani, le minoranze e gli immigrati”, ha scritto Joel Kotkin della Chapman University. “Le politiche abitative restrittive possono essere presentate come progressiste, ma in termini sociali il loro impatto è regressivo”.

Il rapporto descrive le “politiche di contenimento urbano” che hanno lo scopo di limitare l’espansione incontrollata e aumentare la densità abitativa. Questo ha portato a un aumento dei prezzi dei terreni, che si è tradotto in prezzi delle case drammaticamente più alti.

La tendenza verso l’aumento della densità è orientata a ridurre la dipendenza dalle auto e dalle autostrade, a migliorare gli ingorghi e a rendere i quartieri più percorribili a piedi. Ma il rapporto afferma che, sebbene tali politiche siano ben intenzionate, hanno portato i prezzi dei terreni a essere da otto a 20 volte più alti nei confini urbani che al di fuori di essi.

Casa “impossibile”, la classifica delle città

Il rapporto ha esaminato 94 mercati in Australia, Canada, Cina, Irlanda, Nuova Zelanda, Singapore, Regno Unito e Stati Uniti, confrontando il prezzo medio delle case in ciascuna località con il reddito medio.

Un rapporto prezzo/reddito pari o inferiore a 3 è stato ritenuto abbordabile, con rapporti più elevati corrispondenti a livelli di “insostenibilità”. Un rapporto di 9 o superiore è stato etichettato come “impossibile-inaccessibile”. Delle 11 città di questa categoria, quattro si trovano in California.

  1. Hong Kong (16,7)
  2. Sydney (13,8)
  3. Vancouver (12,3)
  4. San Jose (11,9)
  5. Los Angeles (10.9)
  6. Honolulu (10,5)
  7. Melbourne (9,8)
  8. San Francisco (9,7)
  9. Adelaide (9,7)
  10. San Diego (9,5)
  11. Toronto (9,3)

Il rapporto ha anche avvertito che la crisi abitativa rappresenta una minaccia esistenziale per la classe media, osservando che gli alti costi delle abitazioni hanno ridotto gli standard di vita e aumentato la povertà.

“La classe media è sotto assedio principalmente a causa dell’escalation dei costi della terra”, ha detto. “Poiché la terra è stata razionata nel tentativo di frenare l’espansione urbana incontrollata, l’eccesso di domanda rispetto all’offerta ha fatto salire i prezzi”.

Il rapporto ha sottolineato che tutte le città  “inaccessibili” seguono politiche di pianificazione urbana a favore di una maggiore densità e ha raccomandato che le città aprano la disponibilità di terreni per ridurre i costi delle abitazioni.

Nel mercato immobiliare Usa, il peggioramento del problema dell’accessibilità economica è stato esemplificato dalla scomparsa della casa da $ 200.000, la prima solitamente acquistata dagli americani.

Ma i potenziali acquirenti si sono ribellati contro i prezzi elevati delle case, con il risultato che più proprietà rimangono sul mercato invendute e con prezzi richiesti più bassi.

Questa storia è stata originariamente pubblicata su Fortune.com

 

Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.