GILEAD
Leadership Heade
Poste Italiane
Cerca
Close this search box.

Tria a Confindustria: strategia è ridurre rapporto debito-Pil

Due anni per riportare l’Italia sulla retta via della crescita economica. Il Ministro dell’Economia Giovanni Tria, intervenendo al seminario del Centro studi di Confindustria spiega che la “strategia” di politica economica del governo si pone “l’obiettivo di eliminare entro due anni il divario di crescita rispetto all’Europa e di assicurare al contempo una riduzione costante del rapporto debito-Pil“. Un obiettivo che sembra cozzare con le previsioni del Csc secondo le quali il Pil nel 2019 si aggirerà intorno allo 0,9%.

Ma, secondo Tria, ora serve solo una “uno stimolo di crescita endogeno, con un mutamento profondo delle strategie economiche e di bilancio” rispetto al passato. La situazione si raddrizzerà grazie all’implementazione di una “strategia di politica economica diretta a conseguire una crescita più sostenuta e ridurre il gap di crescita che l’Italia ha avuto con il resto di Europa nell’ultimo decennio. Abbiamo bisogno di una crescita vigorosa, ed allo stesso tempo di una maggiore resilienza”. Il ministro sottolinea così che serve un “rilancio investimenti è una componente cruciale”. Nel 2019 ci sarà “uno scostamento dagli obiettivi concordati con la commissione europea dal precedente governo”, ma “ci sarà poi un graduale ridursi del deficit negli anni successivi”, assicura Tria.

Appurato l’obiettivo, rimangono da definire i contorni che lo delineeranno. Ciò che è certo è che è di “importanza fondamentale la riduzione del debito pubblico“, nodo che “va affrontato, indipendentemente dai vincoli, per liberare spazi di bilancio” anche per le riforme fiscali, spiega il ministro dell’economia. In ogni caso, “assicureremo dal prossimo anno ad una accelerazione rispetto al passato della riduzione del debito”, garantisce, sottolineando che l’azione di Governo non è certamente improntata ad una “finanza molto allegra” che possa far “saltare i conti pubblici per dar spazio alle promesse”. Come mantenere quindi gli impegni del contratto di Governo? Con “forte gradualità. Le promesse andranno nel corso della legislatura”, dice.

Il tema della riduzione del debito è caro anche al Premier Giuseppe Conte, intervistato da Famiglia Cristiana: “Questo governo si è impegnato in maniera credibile e nell’interesse del Paese a ridurre il debito attraverso misure strutturali per generare crescita”. Il premier si dice convinto che “quando i mercati conosceranno nei dettagli la nostra manovra lo spread sarà assolutamente coerente con i fondamentali della nostra economia”.

Nell’anticipazione dell’intervista anche il messaggio di Conte a famiglie e Unione europea, che “non hanno nulla da temere: le misure contenute nella legge di bilancio creeranno sviluppo e occupazione. La nostra manovra, per la prima volta, mette al centro i cittadini e fa del bene al Paese”. “La nostra”, ha detto il Premier, “è una manovra che guarda al ceto medio e al nostro tessuto produttivo. Puntiamo alla crescita, attraverso una manovra seria, responsabile e coraggiosa”. Negli ultimi anni “abbiamo visto che i tentativi di ridurre il debito pubblico con l’austerity, tagliando le spese sociali e gli investimenti hanno sortito l’effetto contrario. Questo governo, invece, si è impegnato in maniera credibile e nell’interesse del Paese a ridurre il debito attraverso misure strutturali per generare crescita”. Nel dettaglio Conte precisa che il governo ha “predisposto non soltanto interventi che danno impulso ai consumi e che tagliano le tasse, ma anche il più ampio programma di investimenti della storia italiana. Abbiamo previsto poi un piano di riforme strutturali necessario per rimuovere gli ostacoli che impediscono alle imprese di investire: la deburocratizzazione e la digitalizzazione della pubblica amministrazione, la semplificazione del codice degli appalti, la riforma del Codice Civile e del Processo civile per diminuire i tempi della giustizia civile e molto altro”.

Gileadpro
Leadership Forum
Poste Italiane

Leggi anche

Ultima ora

ABBIAMO UN'OFFERTA PER TE

€2 per 1 mese di Fortune

Oltre 100 articoli in anteprima di business ed economia ogni mese

Approfittane ora per ottenere in esclusiva:

Fortune è un marchio Fortune Media IP Limited usato sotto licenza.