fbpx

Leonardo rilancia settore aerotech a Pomigliano. Di Maio: sbloccato 1 mld

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Rilanciare il settore delle aerostrutture creando nuove opportunità lavorative al Sud. Questo l’obiettivo di Leonardo che investe nel campus universitario dell’aerotech con base a Pomigliano d’Arco (Napoli). Il progetto, che vede affiancati la divisione aerostrutture di Leonardo e l’Università Federico II di Napoli, ha trovato ampio appoggio da parte del governo che “investirà 130 milioni sulle linee produttive di Nola e Pomigliano per il rilancio del settore aerostrutture di Leonardo”, ha detto il vicepremier Luigi Di Maio. “A queste risorse si aggiungono – ha sottolineato – i 6/7 milioni per far partire il campus. Portare l’intelligenza artificiale sulle linee di produzione significa dare una scintilla al settore. Da figlio di questa terra sono orgoglioso”.

Anche il premier Giuseppe Conte ha espresso sostegno per il progetto: “è di ampio respiro, si prospetta il rinnovamento delle linee Atr secondo standard 4.0 con un utilizzo più accentuato della robotica. Il governo è molto attento alle aree del Sud e dunque non può che rimarcare la sua attenzione alla scelta di politica industriale dei vertici di Leonardo di rilanciare il settore aerostrutture con numeri significativi, 1 miliardo di fatturato e 4500 dipendenti”.

“Si tratta – ha spiegato il presidente di Leonardo Gianni De Gennaro – di un open innovation finalizzato alla ricerca in aerostrutture”. “La divisione aerostrutture – ha sottolineato l’ad di Leonardo Alessandro Profumo – è l’anello debole della catena di Leonardo e allora ci siamo chiesti se rilanciare il settore o tirare i remi in barca. Questo campus è stata la risposta. Pensiamo sia un dovere rilanciare questo settore. Sarà il motore per far acquisire a Leonardo competenze e far nascere nuove imprese. Qua al Sud c’è un capitale umano che non ha nulla da invidiare”.

Di Maio ha firmato lo sblocco di un miliardo di euro in sostegno dei bandi per l’industria aeronautica, nello stabilimento Leonardo di Pomigliano D’Arco. Il vicepremier ha annunciato che grazie alla legge 808/1985 lo “Stato può sostenere l’industria aeronautica, e quale migliore posto di questo stabilimento per firmare lo sblocco di un miliardo di euro”.