fbpx

Pagamenti hi-tech: è boom acquisti da smartphone

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Nell’era digitale non potevano che esplodere anche i pagamenti ‘hi-tech’. Se in Usa la carta di credito è un must da molto tempo, l’Italia è un po’ più lenta a entrare nel digitale, ma nel 2018 i pagamenti con carta sono saliti a 240 miliardi di euro (+9%), ben il 36% della spesa delle famiglie italiane. È quanto emerge dall’Osservatorio mobile payment & commerce della School of management del politecnico di Milano.

Ad impennarsi in maniera vertiginosa, poi,  sono i pagamenti da smartphone in prossimità del punto vendita (Mobile proximity payment): +650% in un anno, per un totale di oltre 15,6 milioni di transazioni effettuate in negozio con smartphone, per una spesa annua di circa 500 milioni a testa, pari a 530 milioni di euro complessivamente transati nel 2018. Nel 2021 il valore atteso è tra i 5 e i 10 miliardi di euro.

I ‘new digital payment‘ (ovvero i pagamenti innovativi) raggiungono gli 80 miliardi di euro (+56%) e rappresentano un terzo del totale dei pagamenti digitali con carta, con una spesa stimata di oltre 125 miliardi di euro nel 2021. Oltre che dal mobile, la crescita è trainata dal contactless (+100% di pagamenti senza contatto per 47 miliardi transati).