fbpx

Video di Conte con i bambini, reclamo a Garante Privacy

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

I bambini festanti e il Presidente del Consiglio. L’immagine non è certo una novità per la nostra politica: è stata abusata da tanti. Perché crea consenso e, nell’era dei social, diventa virale in pochi minuti. Come è successo con la visita del premier Giuseppe Conte di pochi giorni fa nella scuola ‘Regina Margherita’ di Roma. Anche in questo caso, bambini che battono le mani, volti sorridenti e grande entusiasmo. Grazie anche alla regia attenta degli insegnanti e degli uomini di Palazzo Chigi. Questa volta, però, sono i genitori a mettersi di traverso. Nessuno ha concesso l’autorizzazione per le riprese dei loro figli, se non qualcuno ma solo dopo l’evento. I bambini, ripresi in primo piano, sono tornati a casa il pomeriggio, ad immagini già diffuse anche dall’account Twitter ufficiale del Presidente del Consiglio, con una liberatoria da far firmare con urgenza. La reazione di alcuni genitori è stata ferma. È stata fatta prima una comunicazione formale alla dirigente scolastica e poi è stato inoltrato un reclamo al Garante per la privacy.

In particolare, si fa presente: “Di questa visita, della partecipazione della classe di mio figlio a tale evento e tanto meno dell’eventuale pubblicazione online di immagini di mio figlio minorenne né io né mia moglie abbiamo ricevuto alcuna comunicazione preventiva…”. Nella richiesta di liberatoria, consegnata a mano dai bambini dopo l’uscita dalla scuola e non firmata dal genitore, si legge ancora nel testo del reclamo, “non si parla di pubblicazione di immagini ai fini di propaganda politica o elettorale”. Il testo del tweet di Conte, “Che emozione l’accoglienza da parte dei bimbi dell’istituto Comprensivo “Regina Margherita” di Roma. Spero di tornare presto a trovarvi!”, appare evidentemente in contrasto con questo passaggio del reclamo.

Per queste ragioni, il genitore del bambino della scuola ‘Regina Margherita’ chiede di “assumere nei confronti di Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei ministri, ogni opportuno provvedimento”.

 

Leggi anche