15 Giugno 2019

Fca-Renault, la trattativa riparte con condizioni diverse

Fabio Insenga

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Nessuno aveva creduto fino in fondo alla rottura definitiva fra Fca e Renault. Troppo alta la posta in gioco, troppo avanzate le operazioni per poter fare finta che nulla fosse successo. La decisione clamorosa di Fca di ritirare l’offerta sul gruppo francese potrebbe invece rivelarsi una efficace mossa strategica.

Oggi, seppure in maniera non ufficiale, i contatti sono ripresi, con l’amministratore delegato Mike Manley in prima linea. John Elkann, al contrario, resta dietro le quinte in attesa di sviluppi concreti. Ci sono sul tavolo elementi nuovi, rispetto al contesto che ha suggerito di far saltare l’operazione, che potrebbero rivelarsi determinanti: si parla solo di un’operazione tra Fca e Renault, senza Nissan; c’è stata la conferma formale della fiducia dello Stato francese al presidente di Renault, Jean-Dominique Senard; la forte presa di posizione della casa automobilistica francese, che da subito ha reagito con determinazione dichiarando il fallimento dell’operazione un’occasione persa, aumenta di fatto anche il potere negoziale di Fca. Nonostante resti la latitanza del governo italiano.

Ognuno di questi tre elementi aggiunge una possibilità di successo all’operazione. Nissan non era convinta della fusione e ha lavorato di fatto per fermarla, o quanto meno per rallentarla. Il problema principale è la sovrapposizione con Fca sul mercato americano che i giapponesi temono. Mentre quella tra Renault e Fca sarebbe una fusione, tra Renault e Nissan c’è un’alleanza. Oggi si è scelto di pensare prima alla fusione, per poi eventualmente rinegoziare l’alleanza. Il ruolo forte di Senard è una garanzia per Fca, perché può neutralizzare la tentazione di nuove intromissioni da parte del governo francese. Oggi, infine, è più chiaro rispetto a ieri che la fusione è quasi indispensabile per Renault mentre è un’importante opzione strategica per Fca.

Nella sostanza, le condizioni esterne sono diventate paradossalmente più favorevoli. E potrebbero portare in tempi abbastanza rapidi a una fumata bianca.

 

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.