10 Settembre 2019

Come cambia l’ufficio secondo Sharp e Microsoft

Chiara Baldi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Un monitor interattivo da 70 pollici in 4K Ultra HD, di ultima generazione, progettato per supportare e migliorare il lavoro di squadra. Si chiama “Windows Collaboration Display” ed è stato presentato ieri nella sede milanese di Microsoft: per farne comprendere le potenzialità, Sharp – che l’ha ideato – e la stessa multinazionale fondata da Bill Gates ne hanno dato una dimostrazione pratica mettendo in videoconferenza uffici di Belgio, Francia, Polonia e Gran Bretagna. “I luoghi di lavoro stanno cambiando moltissimo e noi vogliamo offrire strumenti che permettano sia alle aziende che ai loro dipendenti di vivere in un ambiente di lavoro migliore, in cui le cose da fare sono più semplici”, ha spiegato Carlo Alberto Tenchini, Marketing & Innovation Director di Sharp.

Uno strumento pensato e nato sulle esigenze delle aziende, dunque. “Inoltre, una soluzione come Windows Collaboration Display consente di contaminare la conoscenza all’interno dell’organizzazione”, ha aggiunto Tenchini. Per Maurizio De Cecco, Product manager di Sharp Italia, si tratta di “un’estensione che permette di sfruttare la potenzialità del touch screen e la possibilità di collaborare in una sala riunioni in modo molto efficiente e molto rapido, con tutte le funzionalità di Teams e Office 365”.

Lo schermo è dotato di un’unità di sensori Internet of Things (IoT) che permette di monitorare le sale riunioni. I dati raccolti dai sensori poi vengono trasmessi alla piattaforma Digital Twins, così da permettere ai facility manager di verificare il livello di occupazione della sala nel corso dell’anno, la qualità dell’aria, la luce dell’ambiente, la temperatura e l’umidità.

Windows Collaboration Display consente di fare videochiamate, chat, importare video, foto, documenti che poi possono essere condivisi, permette anche di scrivere con il dito sullo schermo condividendo con le altre persone collegate quello che si è scritto. In alcuni casi lo schermo interattivo è stato utilizzato anche nelle scuole e negli ospedali, in particolare per studenti lungo degenti che non volevano perdere mesi di lezione: grazie a Windows Collaboration Display hanno potuto assistere alle lezioni e interagire con i propri compagni di classe.

A portata di click

Acquista Fortune in formato digitale per leggere i nostri contenuti su qualsiasi dispositivo.

In ufficio o a casa tua

Abbonati per ricevere dove preferisci ogni nuova uscita della versione cartacea di Fortune.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la migliore selezione degli articoli di Fortune.